Condividi la notizia

Riforme

7.850 emendamenti rischiano di mandare in tilt l'iter del DDL di riforma costituzionale

Dura reazione al Senato del Ministro Maria Elena Boschi alle critiche e all'ostruzionismo del M5S. Renzi: l'Italia non è nelle mani di chi vuol fare ostruzionismo.

Proseguono i lavori nell'aula del Senato sul ddl di riforma costituzionale, dopo il primo scontro tra il ministro Boschi e il Movimento Cinque Stelle. Il giorno in cui dovevano iniziare le votazioni in Senato sulle riforme costituzionali si è chiuso con una fumata nera. La discussione sui 7850 emendamenti al testo rischia infatti di rendere i lavori estenunati e di allontanare sempre più il momento del voto. Se tutti i relatori sfruttassero il tempo a loro disposizione per ogni singolo emendamento potrebbero non bastare tre mesi. "Non abbiamo paura del confronto", dice tuttavia il ministro Maria Elena Boschi: "Manterremo la promessa di cambiare". Rispondendo poi alle critiche del M5S ha affermato:  "Sottoponiamo al voto dell'Aula un testo che non è non la rappresentazione 'macchiettistica' fatta in alcuni interventi. Vogliamo una discussione nel merito e non sulla simpatia o antipatia di chi lo ha proposto. Non abbiamo paura di idee altrui. Diceva Pratolini: 'Non ha paura della idee chi ne ha' ". E ha aggiunto: "Le riforme costituzionali sono la madre di tutte le battaglie" del governo Renzi.

"E' stato un privilegio partecipare alla discussione generale" sulle riforme. "Non sono mancate polemiche e in alcuni casi anche contestazioni ma è il bello del dibattito e della democrazia. Lo dico perché ne sono convinta e ne è convinto il governo che ha sempre rivendicato l'ascolto di tutti, il dialogo e il confronto. L'abbiamo fatto, lo dico senza tema di smentita, anche sulle riforme costituzionali".

Secondo la Boschi, inoltre, "questo testo uscito dalla commissione è ampiamente condiviso. Lo sostiene una maggioranza che va oltre la maggioranza che sostiene il governo; e non è scontato". 

"Ci potrà essere un tentativo di rallentare questo cambiamento, un ostruzionismo che ci può portare a lavorare una settimana di più e sacrificare un po' di ferie ma manterremo la promessa di cambiare perché questa urgenza deriva da noi", ha spiegato ancora il ministro in Aula.

"Ho sentito alcuni parlare di svolta autoritaria. Questa è una allucinazione  - ha detto il ministro - e come tutte le allucinazioni non può essere smentita con la forza della ragione. Non c'è niente di autoritario. Parlare di svolta illiberale è una bugia e le bugie in politica non servono". 

Maria Elena Boschi è stata poi contestata dai senatori del M5S che hanno sovrapposto i propri boati alla voce del ministro che tentava di chiudere il suo intervento. Pronto l'intervento del Presidente Piero Grasso. In serata il Premier Matteo Renzi, di rientro dalla sua missione in Africa ha commentato: "Non credo che questo Paese sia nelle mani di chi vuole fare ostruzionismo. Chi fa ostruzionismo mette un sasso sui binari. Noi con pazienza togliamo il sasso e facciamo ripartire il treno, perché quel treno è l'Italia". 

Francesco Colafemmina

(22 luglio 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

18 luglio 2014
Governo | Riforme a rilento per il Governo a causa del cosiddetto ingorgo parlamentare. Per convertire in legge i decreti serve più tempo e il rimpallo fra commissioni e aula, con innumerevoli emendamenti presentati rischia di rallentare la spinta riformista.

 
 
Condividi la notizia

20 giugno 2014
Riforme | L'iniziativa assunta a sorpresa dal M5S di chiedere un incontro al Premier per discutere di riforme, ha accelerato il processo in atto e rafforzato la posizione del Presidente del consiglio

 
 
Condividi la notizia

24 luglio 2014
CAOS AL SENATO | Riforma costituzionale, l'annuncio del presidente Grasso scatena le proteste. Un centinaio di senatori abbandonano l'aula e salgono al Colle.

 
 
Condividi la notizia

28 gennaio 2016
Affari Regionali | La riforma costituzionale che è attesa al vaglio del referendum, introduce un principio essenziale, quello pattizio, che prevede un confronto paritario tra parlamento e autonomie.

 
 
Condividi la notizia

25 giugno 2014
Riforme | Si e' svolto l'atteso incontro fra le due delegazioni per discutere di legge elettorale. PD e M5S si rivedranno per discutere di riforme costituzionali

 
 
Condividi la notizia

1 agosto 2014
Riforme | Dopo l'approvazione dell'art. 2 del "ddl riforme" il contestatissimo Presidente del Senato ha dichiarato decaduti altri 1.300 emendamenti.

 
 
Condividi la notizia

25 luglio 2014
Riforme | La decisione di contingentare i tempi per la discussione e la votazione della riforma costituzionale ha messo "l'un contro l'altro armato"

 
 
Condividi la notizia

4 agosto 2014
Riforme | In due ore sono stati approvati ben sette articoli del disegno di legge a suo tempo presentato dal Ministro Maria Elena Boschi.

 
 
Condividi la notizia

1 agosto 2014
Riforme | Nel suo intervento alla Direzione del PD Matteo Renzi ha stigmatizzato il comportamento dei senatori che hanno "messo sotto" il Governo a scrutinio segreto

 
 
Condividi la notizia

12 giugno 2014
Riforme | A Pechino in visita ufficiale il presidente del consiglio ha confermato che i veti non fermeranno il cammino dei progetti sulla legge elettorale e sul Senato. Polemiche per la sostituzione di due membri della Commissione Affari Costituzionali. Tredici senatori si autosospendono dal PD

 
 
Condividi la notizia

23 luglio 2014
Riforme | Nel corso della giornata il Presidente della Repubblica ha continuato a prestare la sua opera a sostegno delle riforme caldeggiate da Matteo Renzi, ricevendo al Quirinale Grasso e Vendola.

 
 
Condividi la notizia

28 ottobre 2014
Scontro Governo-sindacati | Ospite di "Otto e mezzo", il Premier ha ribadito che "le leggi non si scrivono con i sindacati ma in Parlamento. Il sindacato tratta con gli imprenditori, non fa trattative con il Governo".

 
 
Condividi la notizia

23 luglio 2014
Riforme | Ricevendo la stampa parlamentare, il Capo dello Stato ha stigmatizzato chi agita gli spettri dell'autoritarismo. Intanto, al Senato prosegue lentamente l'iter del disegno di legge sulle riforme istituzionali

 
 
Condividi la notizia

27 giugno 2014
Riforme | Un gruppo di 33 senatori ha presentato un nutrito numero di subemendamenti alla proposta del Governo, contestando in primo luogo l'abolizione dell'elezione diretta. Diciotto fanno parte della maggioranza che sostiene l'Esecutivo

 
 
Condividi la notizia

1 luglio 2014
Riforme | La Commissione Affari Costituzionali di Palazzo Madama ha votato a larga maggioranza per la "copertura" dell'immunita' anche per il Senato. Nel suo ddl il Governo l'aveva inizialmente prevista solo per i deputati

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.