Condividi la notizia

Riforme

Si allarga il numero dei senatori che contesta la riforma di Renzi

Un gruppo di 33 senatori ha presentato un nutrito numero di subemendamenti alla proposta del Governo, contestando in primo luogo l'abolizione dell'elezione diretta. Diciotto fanno parte della maggioranza che sostiene l'Esecutivo

Dopo le polemiche per il ripristino dell’immunità a favore dei componenti del “nuovo Senato” ed il rimpallo sulla presunte responsabilità fra i vari protagonisti del progetto originale, degli emendamenti e via di questo genere, ieri si è ufficialmente “saldato” il fronte che si oppone alla riforma voluta dal Premier.

E’ composto da 33 (alcuni parlano di 35, ma le firme sono 33) senatori che hanno firmato i subemendamenti che saranno esaminati dalla Commissione Affari Costituzionali del Senato, fra i quali ben 18 di maggioranza.

Sono esponenti del PD, come Vannino Chiti e Felice Casson; di Sel, come Loredana De Petris; dei Popolari per l’Italia, come Mario Mauro; di esponenti fuoriusciti dal M5S, come Francesco Campanella, di “Italia lavori in corso”.

Il gruppo trasversale di senatori contesta il testo base del Governo sulle Riforme e gli emendamenti concordati fra Finocchiaro (PD) e Calderoli (Lega), con l’accordo di Forza Italia. Dicono di voler contrastare la “deriva autoritaria” e di volersi “schierare contro l’espropriazione del diritto dei cittadinidi ad eleggere direttamente i senatori in un sistema bicamerale che non va stravolto”.

Per questi motivi hanno presentato 14 subemendamenti che, in sostanza, mirano a :

ripristinare l’elezione diretta su base regionale del Senato e la Circoscrizione estero;

ridurre i componenti di entrambe le Assemblee legislative;

ampliare le competenze del Senato, affidandogli anche poteri in tema di libertà personale, libertà di pensiero, tutela della salute, rapporti con la Chiesa e le altre Confessioni religiose, correzioni in materia di autorizzazione a procedere e verifica dei poteri, con appello alla Corte Costituzionale.

Chiti nega che la riforma del Governo sia ispirata al Bundesrat tedesco, perché questo rappresenta i Governi dei Lander.

Anche all’interno di Forza Italia si segnala un forte dissenso nei confronti della proposta del Governo, appoggiata da Lega, NCD e dai vertici della stessa FI. Si distingue, in particolare, la posizione di Augusto Minzolini, favorevole all’elezione diretta.

Resta la ferma contrarietà anche del M5S, con Grillo che ritiene il Senato elettivo “essenzialissimo”. Inoltre si insiste per il ripristino delle preferenze nella nuova legge elettorale.

Da parte sua, il vice-segretario del PD Lorenzo Guerini ostenta sicurezza : “siamo ad un passo dalla riforma del Senato; il dibattito è normale, ma procederemo secondo la direzione ed i tempi previsti”.

Il rischio riguarda non tanto il voto in Commissione, quanto quello riservato all'Aula, dove i numeri sembrerebbero più in bilico.

 

 

Moreno Morando

(27 giugno 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

25 giugno 2014
Riforme | Si e' svolto l'atteso incontro fra le due delegazioni per discutere di legge elettorale. PD e M5S si rivedranno per discutere di riforme costituzionali

 
 
Condividi la notizia

29 luglio 2014
Riforme | Il dissidente PD Vannino Chiti ha ipotizzato di spostare il voto finale a settembre ed il Premier non ha escluso questa eventualita'

 
 
Condividi la notizia

4 giugno 2014
Si studia il modello francese | Critiche da FI e Lega. Malumori anche nel Pd.

 
 
Condividi la notizia

3 luglio 2014
Riforme | Questa mattina si sono incontrate a Palazzo Chigi le delegazioni di PD, presente il Premier, e quella di Forza Italia guidata da Silvio Berlusconi

 
 
Condividi la notizia

18 luglio 2014
Riforme | Nel secondo confronto fra le delegazioni del PD, presente Matteo Renzi, e del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio ha sottoposto ai democratici una nuova ed articolata proposta.

 
 
Condividi la notizia

6 agosto 2014
Palazzo Chigi | Nel loro terzo incontro il Premier ed il leader di Forza Italia si sono concentrati sulla legge elettorale.

 
 
Condividi la notizia

12 giugno 2014
Riforme | A Pechino in visita ufficiale il presidente del consiglio ha confermato che i veti non fermeranno il cammino dei progetti sulla legge elettorale e sul Senato. Polemiche per la sostituzione di due membri della Commissione Affari Costituzionali. Tredici senatori si autosospendono dal PD

 
 
Condividi la notizia

7 luglio 2014
Riforme | Gli esponenti del Partito Democratico contrari alla proposta di modifica del Senato voluta dal Premier si preparano a dar battaglia nell'aula di Palazzo Madama

 
 
Condividi la notizia

20 giugno 2014
Riforme | L'iniziativa assunta a sorpresa dal M5S di chiedere un incontro al Premier per discutere di riforme, ha accelerato il processo in atto e rafforzato la posizione del Presidente del consiglio

 
 
Condividi la notizia

7 luglio 2014
Scintille fra Grillo e Renzi | In una giornata convulsa, cominciata con il rifiuto del PD di incontrarsi con il M5S e proseguita con una serie di pesanti accuse reciproche, alla fine i grillini hanno fornito la risposta scritta alle richieste avanzate dai democratici

 
 
Condividi la notizia

12 giugno 2014
Colpo di mano alla camera | Maggioranza battuta per 7 voti. L'emendamento della Lega al Ddl sull'Ue, nel Pd 34 franchi tiratori. Sel e M5s si astengono e favoriscono Forza Italia. L'Anm: "Norma anticostituzionale"

 
 
Condividi la notizia

2 luglio 2014
Riforme | Confermato per giovedi' tre luglio il secondo incontro tra le delegazioni del Partito Democratico, presente il Premier, e quella del Movimento 5 Stelle. Si parlera' di legge elettorale e, probabilmente, anche di riforme costituzionali

 
 
Condividi la notizia

8 agosto 2014
Riforme | L'Aula ha approvato con 183 voti a favore; M5S, Lega e Sel sono usciti dall'Aula. I dissidenti del PD non hanno partecipato al voto

 
 
Condividi la notizia

20 ottobre 2014
Legge Elettorale | Colpo di scena in Direzione PD, dove il Premier-segretario spariglia le carte e propone modifiche all'Italicum gia' approvato alla Camera.

 
 
Condividi la notizia

1 agosto 2014
Riforme | Dopo l'approvazione dell'art. 2 del "ddl riforme" il contestatissimo Presidente del Senato ha dichiarato decaduti altri 1.300 emendamenti.

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.