Condividi la notizia

ECONOMIA ED EUROPA

Nel PIL Italiano anche droghe, alcol e prostituzione

Anche l'Italia si adegua ai parametri giá  in vigore in altri Stati europei. Ricerca e sviluppo non più costi ma investimenti.

Prostituzione, contrabbando di alcol e sigarette e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Saranno questi i nuovi parametri che andranno a contribuire alla stima del Pil del Paese. Una novità che rientra nelle modifiche condivise a livello europeo e connesse, evidenzia l'Istat, al “necessario superamento di riserve relative all'applicazione omogenea tra paesi Ue degli standard già esistenti”.

L'istituto di statistiche sottolinea che la misurazione delle attività illegali è 'molto difficile “per l'ovvia ragione che esse si sottraggono a qualsiasi forma di rilevazione, e lo stesso concetto di attività illegale può prestarsi a diverse interpretazioni.

Allo scopo di garantire la massima comparabilità tra le stime prodotte dagli stati membri, Eurostat ha fornito linee guida ben definite. Le attività illegali di cui tutti i paesi inseriranno una stima nei conti (e quindi nel Pil) sono: traffico di sostanze stupefacenti, servizi della prostituzione e contrabbando (di sigarette o alcol)”.

Già oggi però nel calcolo del Pil viene inserito il sommerso economico, che deriva dall'attività di produzione di beni e servizi che, pur essendo legale, sfugge all'osservazione diretta in quanto connessa al fenomeno della frode fiscale e contributiva.

Secondo gli ultimi dati (relativi al 2008) il valore aggiunto prodotto nell'area del sommerso oscilla tra 255 e 275 miliardi di euro. Il peso dell'economia sommersa è quindi stimato tra il 16,3% e il 17,5% del Pil. L'inserimento di tali dati era già previsto da oltre un ventennio ma non si era mai prima di oggi trovato un accordo sulle metodologie.

Infine: le spese per ricerca e sviluppo e per armamenti che fino ad oggi erano sempre state classificate come costi, saranno classificate nella spesa per investimenti. L’Istat lo considera un cambiamento che determirà un impatto positivo anche sul Pil.

Giuseppe Bianchi

(23 maggio 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

5 settembre 2015
Finanza pubblica | Pubblicata dall'Istat la nota mensile sull'andamento della economia italiana.

 
 
Condividi la notizia

17 agosto 2016
andamenti economici | Pubblicati i dati Istat di stima sull'andamento del prodotto interno lordo - primi commenti del Mef.

 
 
Condividi la notizia

30 agosto 2014
"Denaro sporco" | L'Ufficio Studi dell'Associazione Artigiani di Mestre ha elaborato il suo rapporto anche sulla base dei dati forniti dalla Banca d'Italia

 
 
Condividi la notizia

4 dicembre 2015
ISTAT | Si tratta del giro d'affari derivante da attività sommerse e illegali: due anni fa era pari al 12,9% del PIL.

 
 
Condividi la notizia

9 novembre 2017
Polizia di Stato | Scaricabile dai principali store, rappresenta un aiuto concreto messo in campo dalle istituzioni, in un momento di difficoltà, per rendere più semplice la denuncia.

 
 
Condividi la notizia

9 settembre 2014
Nuovo calcolo del PIL | E' entrato in vigore il nuovo metodo di calcolo, che comprende anche le attivita' illegali, e che corrisponde all'1% del prodotto interno lordo.

 
 
Condividi la notizia

6 giugno 2016
Settore agricolo | Sul versante "occupazione" le unità di lavoro crescono. A livello territoriale, la produzione agricola cresce in tutte le aree italiche, ad eccezione del Nord-ovest (-1,1%) con segni positivi nel sud +5,9% e nel centro +3,5%.

 
 
Condividi la notizia

14 agosto 2014
Crisi economica | Eurostat ha fotografato un'economia europea vicina allo stallo, con la Germania che per la prima volta dal 2012 vede contrarsi il suo Pil (-0,2).

 
 
Condividi la notizia

22 agosto 2014
Documento di Economia e Finanza | E' questo il "botto" preannuciato da Renzi: con il nuovo sistema di calcolo del Pil rientreremo nei parametri del Patto di Stabilitá.

 
 
Condividi la notizia

5 maggio 2014
Istat | Il Pil non supererà lo 0,6% , il tasso di disoccupazione è in aumento e i consumi in moderata ripresa. Sono queste le previsioni Istat per l'economia italiana nel 2014-2016

 
 
Condividi la notizia

20 maggio 2014
Città sicure | Forze dell'’ordine chiamate ad operare per “missione” su richiesta dei cittadini. Attivati due numeri di telefono ad hoc per prostituzione e spaccio.

 
 
Condividi la notizia

22 settembre 2014
Economia e Prodotto interno lordo | Pubblicati dall'istituto statistico nuovi dati macroeconomici.

 
 
Condividi la notizia

24 luglio 2014
Confindustria | Previsioni al ribasso dal Centro Studi Confindustria che spinge per un rilancio dell'economia nazionale nel 2015. Segnali di arresto della crescita economica anche dagli States. Il FMI rivede il pil USA 2014: da +2,8 a +1,7.

 
 
Condividi la notizia

23 settembre 2015
Statistiche | Da segnalare che, anche nel 2014, il saldo primario - vale a dire l'indebitamento netto meno la spesa per interessi - è positivo e pari all'1,6% del Pil.

 
 
Condividi la notizia

26 agosto 2014
Dati dell'OCSE | L'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (Ocse) ha comunicato i dati del secondo semestre e l'Italia e' la peggiore, fra le grandi economie (G7)

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.