Condividi la notizia

Inps

Certificazione di malattia: le novità nella procedura di gestione

L'Istituto evidenzia che persiste da parte di alcuni medici curanti l'abitudine di non valorizzare correttamente il campo note di diagnosi.

Con il Messaggio n. 4752, del 13 luglio 2015, riguardante la “Gestione della certificazione di malattia – istruzioni operative e nuove funzionalità a disposizione dei medici delle Strutture territoriali”, l’Istituto Italiano di Previdenza ha comunicato che - a seguito del processo di graduale telematizzazione del certificato medico di malattia (descritto nelle circolari n. 60 del 2010 e n. 113 del 2013) - l’Inps riceve attualmente le certificazioni, attestanti lo stato di temporanea incapacità al lavoro dei lavoratori dei settori pubblico e privato, attraverso il Sistema di accoglienza centrale (SAC).

L’Istituto evidenzia che i certificati dei soli lavoratori del settore privato, aventi diritto all’indennità di malattia, vengono conseguentemente messi a disposizione delle Strutture territoriali competenti sulla base della residenza del lavoratore, registrati negli archivi locali gestionali della certificazione di malattia e resi fruibili per le attività previste dagli specifici flussi di processo.

In particolare, nella procedura di gestione della certificazione di malattia - flusso “certificati ricevuti via internet” - sono state predisposte funzioni per i medici dell’Istituto tenuti ad esaminare e valutare giornalmente i certificati pervenuti per provvedere a tutte le attività connesse – specificate tra l’altro nelle circolari n. 120/2004 e n. 87/2008 - ivi compresa la gestione delle visite mediche di controllo.

In un primo momento, a seguito della predisposizione di uno specifico format per la trasmissione del certificato telematico, si è ritenuto possibile procedere ad una semplificazione dell’interfaccia della procedura a disposizione dei medici Inps nella convinzione alla luce del superamento di alcune anomalie certificative proprie della compilazione cartacea.

Pertanto, il medico della Struttura territoriale visualizzava le sole anomalie di tipo “5” (diagnosi non comprovante l’incapacità temporanea al lavoro) e “A” (anomalia generica con l’obbligo di precisare l’anomalia nella lettera generata dalla procedura).

In realtà, dall’osservazione dei dati inseriti nei certificati telematici, è emerso che persiste da parte di alcuni medici curanti l’abitudine di non valorizzare correttamente il campo note di diagnosi con l’inserimento di una diagnosi comprensibile (nel falso convincimento di preservare la privacy dei propri assistiti), bensì di alcuni caratteri “non senso” che, tuttavia, consentono comunque il soddisfacimento dei requisiti informatici per l’invio del certificato.

Novità procedurali. Ciò premesso, l’Inps ritiene necessario procedere ad alcune implementazioni della procedura illustrate nel dettaglio nel testo integrale del Messaggio consultabile in calce e che, in estrema sintesi, riguardano:

-il reinserimento del codice “3” (diagnosi mancante);

-la visualizzazione del campo “Emod/grav (E/G)”;

-l’istituzione del codice di esclusione “E” dalle visite mediche di controllo.

L’Inps segnala che l’opportunità di esclusione di un certificato dai controlli medico legali disposti dall’Istituto, si affianca alle altre casistiche di esclusione già presenti in SAViO (indicati nel messaggio n. 8537 del 6.11.2014), integrandone le funzioni e completando il sistema degli esoneri ponderati.

Per avere informazioni più complete:

vai al testo integrale del Messaggio

Fonte: INPS

Moreno Morando

(13 luglio 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

7 luglio 2016
Inps | Pubblicate le linee guida per i medici che certificano i certificati di malattia. La circolare n. 95/2016.

 
 
Condividi la notizia

5 gennaio 2015
Assenteismo | Il caso dei vigili urbani di Roma Capitale ha innescato il dibattito per l'attribuzione dell'attività di controllo sulle malattie dei lavoratori della P.A.

 
 
Condividi la notizia

25 febbraio 2016
Previdenza pubblica | Emanata circolare INPS sui contributi lavoratori pubblici iscritti nella gestione ex inpdap

 
 
Condividi la notizia

12 settembre 2014
Danno erariale | La Corte dei Conti condanna due dirigenti dell’INPS per aver mantenuto dei dipendenti oltre i limiti di tempo a mansioni superiori (con stipendi maggiori). Lo scatto di mansioni doveva essere solo in via provvisoria per consentire temporanee assenze di organico.

 
 
Condividi la notizia

24 novembre 2015
Welfare | Consente a figli o orfani di dipendenti pubblici di studiare all'estero. Iscrizioni entro il 13 dicembre.

 
 
Condividi la notizia

15 giugno 2015
Conflitto di interessi | Con la Circolare n. 121/2015, l'Istituto ha disciplinato gli adempimenti attuativi della normativa in materia.

 
 
Condividi la notizia

1 dicembre 2014
PREVENZIONE | Innalzamento dell’età delle nuove diagnosi e quando sono già in fase avanzata. La prevenzione prima di tutto, il messaggio del ministro e le iniziative in occasione della Giornata mondiale di lotta all'Aids.

 
 
Condividi la notizia

18 maggio 2015
Previdenza | Sono i trattamenti pensionistici erogati dall'Inps-Gestione Dipendenti Pubblici al primo gennaio di quest'anno.

 
 
Condividi la notizia

25 febbraio 2016
Denunce contributive | Pubblicata la circolare Inps n. 40/2016 con le indicazioni utili a valorizzare la contribuzione figurativa a fini pensionistici.

 
 
Condividi la notizia

21 luglio 2016
Previdenza | Anche i dipendenti pubblici devono inviare all'Inps la domanda di pensione diretta, di vecchiaia e anticipata utilizzando il servizio online

 
 
Condividi la notizia

1 agosto 2017
Concorsi | 1811 Borse di studio per figli e orfani di dipendenti della Pubblica Amministrazione

 
 
Condividi la notizia

25 luglio 2015
Sostegno | Parte Supermedia per figli di dipendenti o pensionati della P.A. e iscritti alla Gestione assistenza magistrale. Presentazione delle domande dal 29 luglio al 30 settembre.

 
 
Condividi la notizia

9 luglio 2016
INPS | La circolare n. 127 dell'8 luglio 2016 sulla gestione dei benefici spettanti ai lavoratori dipendenti in caso di disabilità grave, sia in qualità di soggetti disabili gravi sia in qualità di soggetti che prestano assistenza a disabili gravi.

 
 
Condividi la notizia

27 maggio 2014
Pensioni civili di invalidità | Dipendente Inps crea un buco di oltre 4 milioni di euro erogando a falsi eredi.

 
 
Condividi la notizia

9 ottobre 2014
Lavoro e formazione | Puntare sul capitale umano formando i dipendenti. Una nuova forma per farsi pubblicità o un esempio da seguire anche in Italia?

 
 
 
 
 
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.