Condividi la notizia

Corte dei Conti

Condannato ispettore del lavoro per danno all'immagine della P.A.

False attestazioni su visite ispettive mai effettuate. La sentenza della Sezione Giurisdizionale Regione Lombardia n. 24/2015.

Con sentenza n.24/2015 la Corte dei Conti, sezione giurisdizionale Regione Lombardia, ha condannato una dipendente R.P.L., del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali, al pagamento di una somma di euro 4.676,78 comprensiva della somma riconosciuta quale danno all'immagine patito dal Dicastero suddetto, oltre al pagamento relativo alla rivalutazione ed interessi legali, a favore dello stesso Ministero.

Il giudizio ha tratto origine da due note con le quali la Direzione Provinciale del Lavoro di Mantova ha trasmesso, rispettivamente la sentenza penale 479/08 emessa dal Tribunale di Mantova, di condanna, per una serie di truffe relative a mansioni non effettivamente espletate. Con la seconda nota il medesimo Ufficio del Lavoro ha trasmesso la sentenza n. 941/2010, della Corte di Appello di Brescia, di inammissibilità dell'appello proposto dall'imputata avverso la sentenza di primo grado. Infine la Cassazione si è pronunciata, al riguardo, sulla inammissibilità del ricorso dell'imputata.

La Vicenda

L'Ing. R.P.L., all'epoca capo della unità organizzativa, deputata alla vigilanza tecnica, ed incardinata nella Direzione provinciale del lavoro di Mantova, è stata imputata e condannata per una pluralità di episodi illeciti consistenti nelle "false attestazioni" circa la reale effettuazione di "visite ispettive" presso ditte della provincia di Mantova, al fine di accertare la sussistenza di condizioni per l'esonero delle medesime, dagli obblighi assunzionali previsti per il cosiddetto "collocamento obbligatorio" dei lavoratori appartenenti alle categorie protette. Tale attività sarebbe stata svolta non recandosi in loco, presso le ditte destinatarie delle verifiche, pur assentandosi, l'ispettore del lavoro, dall'Ufficio e inducendo, pertanto, in errore, l'Amministrazione che "liquidava" importi, a fronte di specifiche attestazioni, per le previste indennità di missione.

Per tali fatti la Dpl di Mantova ha attivato uno specifico "procedimento disciplinare" nei confronti della dipendente, che si concludeva con la "sanzione disciplinare" di sospensione dal servizio per quattro mesi e dieci giorni avvenuta con provvedimento n. 29 del 29/11/2005 e poi, l'ispettrice, riammessa in servizio con provvedimento n. 936 del23/11/2010.

La Procura regionale della Corte dei Conti ha invitato la convenuta a presentare deduzioni difensive che sono state quindi esibite dalla stessa in data 9/1/2014.

Argomentazioni della convenuta:

E' stato ammesso di aver svolto attività ispettiva presso ditte diverse da quelle contemplate nel "programma di servizio" stabilito dalla Direzione della Dpl nonchè la mancata annotazione delle stesse ispezioni, nei piani di lavoro, causata da un amera dimenticanza. Tale attività ispettiva veniva svolta, come da prassi in uso, tra gli ispettori del lavoro, in assenza di autovetture di servizio, comunque utilizzando il mezzo proprio ancorchè, la vigilanza stessa, fosse riconducibile e quindi rientrante, tra le mansioni proprie dell'ispettrice.

Anche il danno all'immagine è stato contestato, dalla convenuta, in quanto la stessa è stata comunque riammessa in servizio dall'Amministrazione dopo il periodo di sospensione.

La sentenza della Corte dei Conti:

Il Collegio, concordando con la Procura, ritiene che l'attività posta in essere, "al di fuori della programmazione d'ufficio" attuata dal Dirigente, sulla quale il funzionario deve attenersi, lede la garanzia di buon andamento nonchè l'imparzialità dell'azione amministrativa, nel delicato settore delle ispezioni e controlli sulle attività produttive, nel rispetto di una priorità di azione, nella trasparenza circa l'individuazione delle ditte da controllare, nonchè il coordinamento necessario tra i coesistenti organi di vigilanza.

La Corte riconduce la presenza e la quantificazione di danno all'immagine verificando una grave lesione del prestigio dell'Amministrazione di appartenenza anche rifacendosi a precedenti giudizi della Corte dei Conti ( Sez. Giur. Lazio 439/03; Sez. Giur. Lombardia 284/08).

Il punto fondamentale, è bene sottolinearlo, è l'attività posta in essere dalla figura dell'ispettore del lavoro che non può essere svolta, assolutamente, al di fuori dell'atto programmatorio, di cui è responsabile il vertice amministrativo delle Direzioni territoriali del Lavoro, nella presona del Direttore pro tempore, fondamentale per porre in essere una azione sinergica e coordinata con le altre entità ispettive in materia lavoristica della sicurezza del lavoro e fiscale, appartenenti ad Amministrazione ed Enti quali: Inps, Inail, Guardia di Finanza, Carabinieri, Asl, Vigili del Fuoco, Polizia Municipale.

Ogni intervento ispettivo deve "essere tracciabile" e minuziosamente riconducibile sui conseguenti verbali ispettivi, per dare certezza del diritto e conseguentemente dell'azione amministrativa e sanzionatoria che verrà posta in essere anche nella veste, ricoperta dagli ispettori del lavoro, di soggetti titolati all'esercizio delle funzioni di polizia giudiziaria.

Infine, è bene sottolinearlo, le modalità di intervento e le tecniche ispettive in uso al corpo dell'ispettorato, incardinato nel Ministero del Lavoro e/o presso altre Amministrazioni, dovrebbero essere scevre da azioni poste in essere in modalità disarticolate, al di fuori di programmazioni nazionali e territoriali, sugli obiettivi da raggiungere, qualitativamente e quantitativamente, a livello nazionale come anche territoriale, nochè eventuali programmazioni di interventi ponderati su settori definiti, distretti industriali specifici, che non possono essere lasciati, in maniera assoluta, ad iniziative personalistiche, che potrebboro, altresì, condurre rischiosamente anche a fenomeni di eventuale natura corruttiva.

Stefano Olivieri Pennesi

(11 marzo 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

3 novembre 2014
Danno erariale | Il caporal maggiore disertava e truffava l'Amministrazione. I certificati medici lo incastrano.

 
 
Condividi la notizia

10 marzo 2015
Danno erariale | In servizio all'ufficio denunce percepiva soldi per l’'emissione del permesso provvisorio di guida. I principi sanciti nella sentenza n. 22/2015.

 
 
Condividi la notizia

4 giugno 2014
Economia | Presentato il rapporto 2014 della Corte dei Conti sulla finanza pubblica. Pesa la pressione fiscale sull'economia del Paese. Oltre 50 miliardi di euro all'anno il sommerso.

 
 
Condividi la notizia

21 dicembre 2014
Processo contabile | La Corte dei Conti con sentenza del 18 dicembre ha dichiarato inammissibile l'atto di citazione.

 
 
Condividi la notizia

15 maggio 2014
Danno erariale | La Corte dei Conti condanna al risarcimento del danno il primo cittadino negligente.

 
 
Condividi la notizia

3 novembre 2014
Responsabilità medica | Policlinico Umberto I di Roma, accertata anche dalla Corte dei Conti la colpa grave degli anestesisti che dovranno risarcire l'Università La Sapienza.

 
 
Condividi la notizia

4 luglio 2014
Danno erariale | Era imputato per detenzione, assunzione e spaccio di doping nel ciclismo. Un danno per l’'immagine dell'Arma dei Carabinieri. Ma la Corte dei Conti dichiara inammissibili le richieste di risarcimento per prescrizione dei reati.

 
 
Condividi la notizia

10 settembre 2014
Frode assicurativa | In sede penale patteggia la sua pena e questo lo inchioda davanti alla Corte dei Conti che lo condanna per danno all'immagine.

 
 
Condividi la notizia

2 settembre 2014
Sanità e danno erariale | Nel rimpallo di responsabilità, nessun colpevole. La responsabilità "diffusa" in una burocrazia inefficiente e caotica ascritta dalla Procura in capo ai manager sanitari non e' bastata alla Corte dei Conti per la loro condanna.

 
 
Condividi la notizia

12 settembre 2014
Danno Erariale | La Corte dei Conti condanna un docente a risarcire il danno, per tutti i compensi guadagnati senza il consenso dell'Amministrazione. Solo la prescrizione e le ritenute previdenziali gli "addolciscono la pillola".

 
 
Condividi la notizia

15 aprile 2016
Opportunità | Tre sessioni annuali presso la sede in Lussemburgo, da febbraio a settembre, destinati a giovani laureati. Candidature dal 1 maggio al 1 settembre 2016.

 
 
Condividi la notizia

12 settembre 2014
Danno erariale | La Corte dei Conti condanna due dirigenti dell’INPS per aver mantenuto dei dipendenti oltre i limiti di tempo a mansioni superiori (con stipendi maggiori). Lo scatto di mansioni doveva essere solo in via provvisoria per consentire temporanee assenze di organico.

 
 
Condividi la notizia

13 ottobre 2014
Responsabilità erariale | L'esercizio dell'azione di danno erariale tra ipotesi e "notizie di danno”".

 
 
Condividi la notizia

11 agosto 2016
Riforma | Approvato dal Consiglio dei Ministri il decreto legislativo. Le novità in sintesi.

 
 
Condividi la notizia

2 luglio 2016
Legittimità e regolarità | Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Delibera delle Sezioni Riunite.

 
 

Ascolta "La Pulce e il Prof"

 
Il diritto divulgato nella maniera più semplice possibile
 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.