Condividi la notizia

Gazzetta Ufficiale

Denaro sporco e finanziamento del terrorismo: pubblicato il Decreto

Il Provvedimento determina gli indicatori di anomalia per individuare le operazioni sospette da parte degli uffici della pubblica amministrazione.

Nella Gazzetta Ufficiale n. 223 del 7.10.2015 è stato pubblicato il Decreto 25 settembre 2015 del Ministero dell’Interno, riguardante la “Determinazione degli indicatori di anomalia al fine di agevolare l'individuazione delle operazioni sospette di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo da parte degli uffici della pubblica amministrazione“.

Il Provvedimento si compone di 9 articoli ed un Allegato. Il primo articolo si occupa delle “definizioni” utilizzate nel Decreto in esame.

L’articolo 2 precisa che il Provvedimento si applica agli uffici della pubblica amministrazione, di seguito riassuntivamente indicati come «operatori».

Si evidenzia, altresì, che - ai fini del presente decreto - per «soggetto cui e' riferita l'operazione» si intende il soggetto (persona fisica o entita' giuridica) nei cui confronti gli uffici della pubblica amministrazione svolgono un'attivita' finalizzata a realizzare un'operazione a contenuto economico, connessa con la trasmissione o la movimentazione di mezzi di pagamento o con la realizzazione di un obiettivo di natura finanziaria o patrimoniale ovvero nei cui confronti sono svolti i controlli di competenza degli uffici medesimi.

L’articolo 3 prevede che gli indicatori di anomalia sono volti a ridurre i margini di incertezza connessi con valutazioni soggettive e hanno lo scopo di contribuire al contenimento degli oneri e al corretto e omogeneo adempimento degli obblighi di segnalazione di operazioni sospette.

L'elencazione degli indicatori di anomalia non e' esaustiva, anche in considerazione della continua evoluzione delle modalita' di svolgimento delle operazioni.

L'impossibilita' di ricondurre operazioni o comportamenti ad uno o piu' degli indicatori previsti nell'allegato del presente decreto non e' sufficiente ad escludere che l'operazione sia sospetta.

Gli operatori valutano pertanto con la massima attenzione ulteriori comportamenti e caratteristiche dell'operazione che, sebbene non descritti negli indicatori, siano egualmente sintomatici di profili di sospetto.

La mera ricorrenza di operazioni o comportamenti descritti in uno o piu' indicatori di anomalia non e' motivo di per se' sufficiente per l'individuazione e la segnalazione di operazioni sospette, per le quali e' comunque necessaria una concreta valutazione specifica.

Gli operatori effettuano, quindi, una valutazione complessiva dell'operativita' avvalendosi degli indicatori previsti nell'allegato, che attengono ad aspetti sia soggettivi che oggettivi dell'operazione, nonche' di tutte le altre informazioni disponibili.

Gli operatori applicano gli indicatori rilevanti alla luce della attivita' in concreto svolta e si avvalgono degli indicatori di carattere generale unitamente a quelli specifici per tipologia attivita'.

Il successivo art. 4 prevede che gli operatori inviano alla UIF (n.d.r.: Unità di informazione finanziaria per l’Italia) una segnalazione, ai sensi dell'art. 41 del decreto antiriciclaggio, quando sanno, sospettano o hanno motivi ragionevoli per sospettare che siano in corso o che siano state compiute o tentate operazioni di riciclaggio o di finanziamento del terrorismo.

Il sospetto deve fondarsi su una compiuta valutazione degli elementi oggettivi e soggettivi dell'operazione a disposizione dei segnalanti, acquisiti nell'ambito dell'attivita' svolta, anche alla luce degli indicatori di anomalia emanati ai sensi dell'art. 41 del decreto antiriciclaggio e degli schemi di comportamento anomalo di cui all'art. 6, comma 7, lettera b) del decreto stesso.

Gli operatori sono tenuti a segnalare le operazioni sospette a prescindere dal relativo importo e devono segnalare alla UIF anche le operazioni sospette rifiutate o comunque non concluse e quelle tentate, nonche' le operazioni sospette il cui controvalore sia regolato in tutto o in parte presso altri soggetti, sui quali gravano autonomi obblighi di segnalazione.

L’articolo 5 si occupa degli “ Obblighi in materia di contrasto al finanziamento del terrorismo”; l’art. 6 specifica le procedure interne, mentre l’art. 7 tratta delle “Modalita' di segnalazione”.

Per saperne di più:

vai al testo integrale del Decreto 25 settembre 2015 ed all’Allegato

 

Moreno Morando

(8 ottobre 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

25 febbraio 2015
MEF | On line la relazione del Dipartimento del Tesoro predisposta dal Comitato di sicurezza finanziaria.

 
 
Condividi la notizia

13 gennaio 2016
Ministero dell'Interno | L'operazione dei Carabinieri del Ros.

 
 
Condividi la notizia

26 giugno 2015
Cooperazione internazionale | Adottate importanti misure per contrastare il finanziamento del terrorismo di matrice islamica.

 
 
Condividi la notizia

26 giugno 2015
Quarta direttiva | Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea la nuova direttiva in materia di contrasto al riciclaggio.

 
 
Condividi la notizia

17 dicembre 2014
Ministero dell'Economia e delle Finanze | Il Dipartimento del Tesoro per la prevenzione dell'usura ha recuperato e messo a disposizione le risorse delle sanzioni antiriciclaggio per la concessione di garanzie per l’accesso al credito.

 
 
Condividi la notizia

30 agosto 2014
"Denaro sporco" | L'Ufficio Studi dell'Associazione Artigiani di Mestre ha elaborato il suo rapporto anche sulla base dei dati forniti dalla Banca d'Italia

 
 
Condividi la notizia

7 novembre 2014
Governatore di Bankitalia | Nel corso di un intervento a Milano, il numero uno di via Nazionale ha evidenziato che un sistema creditizio sano e prudente costituisce una barriera contro la criminalita'.

 
 
Condividi la notizia

7 settembre 2014
Lotta al terrorismo | Clamorosa proposta di Roberta Pinotti che ritiene insufficiente l'azione di Frontex e necessaria la trasformazione della missione dell'Alleanza "Active Endeavour".

 
 
Condividi la notizia

20 dicembre 2015
Comitato di Sicurezza Finanziaria | Rafforzata l'azione internazionale e dei singoli stati nell'applicazione delle misure di congelamento e nella criminalizzazione più ampia possibile del reato.

 
 
Condividi la notizia

17 dicembre 2018
Antiriciclaggio | Previste sanzioni pecuniarie da un minimo di 250 a un massimo di 500 euro.

 
 
Condividi la notizia

17 agosto 2015
Lotta all'evasione | Le risposte ai quesiti su collaborazione volontaria e scudo fiscale per l'emersione di capitali illecitamente detenuti oltrefrontiera.

 
 
Condividi la notizia

27 agosto 2015
Lotta all'evasione | Potrà essere usato in alternativa al fac-simile già disponibile, rispondendo sia alle esigenze del Fisco italiano che a quelle delle banche elvetiche.

 
 
Condividi la notizia

13 aprile 2016
DIRETTIVA COMUNITARIA | I nuovi strumenti normativi europei imposti agli Stati membri per prevenire e contrastare il riciclaggio ed il terrorismo.

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.