Condividi la notizia

Corte di Cassazione

La digitalizzazione limita i furbetti degli appalti

Il passaggio dall'Albo pretorio cartaceo a quello on line. I vecchi metodi per turbare le gare.

L'importanza delle digitalizzazione, dematerializzazione e trasparenza nella Pubblica amministrazione si coglie appieno laddove ci si soffermi a leggere la sentenza della Corte di Cassazione, Seconda Sezione Penale, pubblicata in data 20.4.2017 n. 18960.

In particolare, in questo caso importante non è tanto la parte in diritto della sentenza, quando la descrizione dei fatti dalla quale  emerge  quel consueto modus operandi per pilotare gli appalti ritualmente utilizzato fino all'anno 2009, oggi definitivamente superato.

Facciamo un passo indietro e ricordiamo che è solo a partire dal 2010 che entrerà in vigore la legge n. 69/2009 la quale ha previsto la sostituzione del vecchio albo pretorio cartaceo (dove comuni devono per legge pubblicare gli atti e i provvedimenti comunali) - di solito nascosto nel sottoscala del Comune - con l'Albo Pretorio on line. 

Fino all'anno 2009, quindi, nei comuni poteva accadere che il foglio contenente per esempio il bando di concorso o la gara di appalto cadesse "involontariamente" in terra o venisse coperto da tanti di quegli avvisi che il cittadino non riusciva a notarlo oppure pubblicato a ferragosto o alla vigilia di natale.

L'albo pretorio cartaceo si prestava quindi, facilmente a facilitare turbative di gare, come nella vicenda giunta innanzi alla Corte di Cassazione che ha visto un dipendente comunale condannato per il reato di turbativa di gara in concorso con altri (artt. 110 e 353 del codice penale) poiché nel preparare un avviso pubblico, con collusioni e mezzi fraudolenti (pubblicava il bando durante il periodo natalizio) turbava la gara determinando la partecipazione alla procedura concorsuale di una sola ditta.

Storie come queste oggi con l'avvento della digitalizzazione sono solo vecchie vicende che si stanno esaurendo anche dinanzi alla Suprema Corte di Cassazione.  

Enrico Michetti

La Direzione

(4 maggio 2017)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

17 novembre 2016
Giustizia | I principi sanciti nella sentenza della Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione del 16.11.2016.

 
 
Condividi la notizia

14 dicembre 2014
Edilizia | Interventi ulteriori, anche di frazionamento o accorpamento, su immobili abusivi ripetono le caratteristiche di illegittimità dall'opera principale alla quale ineriscono strutturalmente. Il principio espresso dalla Terza Sezione Penale nella sentenza dell'11.12.2014.

 
 
Condividi la notizia

16 ottobre 2016
diritto alla riservatezza | La pubblicazione sull'Albo Pretorio on line. Il tempo non perentorio di affissione on line. I dati sensibili e la risarcibilità dei danni non patrimoniali. La sentenza della Cassazione del 13.10.2016.

 
 
Condividi la notizia

29 novembre 2015
Reati contro il patrimonio | I principi sanciti dalla Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione nell'esportazione abusiva di beni culturali.

 
 
Condividi la notizia

26 febbraio 2017
Corte di Cassazione | La sentenza delle Sesta Sezione Penale del 20 febbraio 2017.

 
 
Condividi la notizia

20 marzo 2016
Abolitio criminis | La soglia di rilevanza penale stabilita dall'art. 3 d.lgs. 15/1/2016 n. 8 nella sentenza della Corte di Cassazione n. 11376/2016.

 
 
Condividi la notizia

18 agosto 2016
Corte di Cassazione | I principi sanciti dalla Quarta Sezione Penale nella sentenza n. 34800 del 10 agosto 2016.

 
 
Condividi la notizia

6 ottobre 2016
Diritto di satira | Assolto il condomino che distribuiva volantini con la caricatura in Pinocchio dell'amministratore condominiale. La sentenza della Corte di Cassazione n. 41785 del 5.10.2016.

 
 
Condividi la notizia

16 novembre 2016
Fiscalità | I principi sanciti dalla Quinta Sezione della Corte di Cassazione nella sentenza del 9 novembre 2016.

 
 
Condividi la notizia

1 maggio 2016
corte di Cassazione | L'applicabilita dell'art. 650 del codice penale. I principi sanciti nella sentenza n. 15993/2016.

 
 
Condividi la notizia

11 dicembre 2016
Fiscalità Locale | L'ordinanza della Corte di Cassazione del 7 dicembre 2016.

 
 
Condividi la notizia

19 febbraio 2016
Borse taroccate | I principi sanciti dalla Corte di Cassazione nella sentenza n. 1108/2016.

 
 
Condividi la notizia

18 settembre 2016
Corte di Cassazione | I principi sanciti nella sentenza n. 36866 del 6.9.2016.

 
 
Condividi la notizia

26 febbraio 2017
Corte di Cassazione | La sentenza della Suprema Corte pubblicata il 22 febbraio 2017.

 
 
Condividi la notizia

6 settembre 2015
Dipendenti pubblici | Il regolamento comunale non può derogare ai termini di decadenza previsti dalla normativa nazionale. La sentenza della Corte di Cassazione Sezione Lavoro n. 17153/2015.

 
 
 
 
 
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.