Condividi la notizia

CGIA di Mestre

Nuovi aumenti in arrivo nel 2015

L'ufficio studi della CGIA, nella sua analisi sugli interventi normativi in atto, ha pubblicato l'elenco dei prossimi aumenti tariffari.

Confermati il "Bonus Irpef", la riduzione dell’Irap per le imprese e la cancellazione dei contributi Inps a carico delle imprese per i neoassunti a tempo indeterminato, ma dal 1° gennaio 2015 scatteranno anche una serie di aumenti.

Per la CGIA saranno 12, le voci interessate dagli aumenti:

1) acqua potabile;

2) benzina e gasolio per autotrazione;

3) multe per violazione del codice della strada;

4) tasse automobilistiche dovute anche per gli autoveicoli e motoveicoli ultraventennali di particolare interesse storico e collezionistico;

5) pedaggi autostradali;

6) contributi previdenziali per artigiani e commercianti;

7) contributi previdenziali gestione separata Inps;

8) birra e prodotti alcolici

9) tassazione dei fondi pensione;

10) tassazione sulla rivalutazione del Tfr;

11) riduzione esenzioni sui capitali percepiti in caso di morte in presenza di assicurazione sulla vita;

12) Iva per l’acquisto del pellet.

“I soggetti interessati da questi aumenti – fa notare il segretario della CGIA Giuseppe Bortolussi – saranno in particolar modo gli automobilisti e tutte le categorie professionali che utilizzano quotidianamente un’auto o un camion, come i taxisti, gli agenti di commercio, gli autonoleggiatori o gli autotrasportatori. Oltre all’aumento del costo del carburante, dal 1° gennaio scatteranno il ritocco delle sanzioni in caso di violazione del codice della strada, il probabile aumento medio dei pedaggi autostradali fino all’1,5% e le tasse per le auto/moto storiche. Ma coloro che subiranno gli aumenti più preoccupanti saranno le partite Iva iscritte alla sezione separata dell’Inps. Per questi freelance l’aliquota passerà dal 27,72 al 30,72 per cento”.

Chi sono questi lavoratori autonom?

Sono, in particolar modo, formatori, ricercatori, informatici, creativi e altre categorie di consulenti, generalmente operanti al di fuori di Ordini e Albi professionali, che lavorano per imprese o enti della Pubblica Amministrazione.

Secondo Bortolussi, comunque, per uscire dalla crisi è necessario rilanciare i consumi interni.

“Sebbene sia stato confermato il bonus Irpef per i redditi medio-bassi e le bollette di luce e gas siano destinate a subire una leggera flessione, nel 2015 i consumi delle famiglie continueranno a ristagnare, attestandosi, secondo le previsioni, attorno ad un modesto +0,6 per cento. Seppur in aumento rispetto agli ultimi anni, con questi livelli di crescita torneremo alla situazione pre-crisi solo fra 10-12 anni. Se vogliamo uscire da questa fase di depressione dobbiamo assolutamente rilanciare la domanda interna attraverso una ripresa degli investimenti, una riduzione del carico fiscale e un conseguente incremento degli impieghi a favore delle famiglie e delle piccole imprese. Le decisioni economiche prese in questi ultimi mesi vanno nella direzione giusta, ma sono ancora troppo timide. Con un tasso di disoccupazione che nel 2015 è destinato a sfiorare il 13 per cento non abbiamo alternative: dobbiamo ridare slancio ai consumi interni”.

Per scaricare il comunicato della CGIA di Mestre e le tabelle degli aumenti clicca qui 

 

Paolo Romani

(30 dicembre 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

27 dicembre 2014
CGIA di Mestre | Secondo la CGIA di Mestre, i rincari medi delle tariffe del nostro Paese si attestano al 19.1 per cento rispetto ad una media europea che si ferma a 11.8

 
 
Condividi la notizia

20 luglio 2014
CASA E TASSE | L'analisi della Cgia di Mestre che invoca un serio intervento di alleggerimento della pressione fiscale.

 
 
Condividi la notizia

8 dicembre 2014
Osservatorio "Prezzi e Mercati" | I dati pubblicati INDIS-Unioncamere segnalano possibili aumenti delle tariffe: rifiuti (+18,2% tra il 2014 e il 2013), sanità (+6,7%), trasporto ferroviario regionale (+6,8%), trasporto urbano (+6%) e extra-urbano (+7,5%).

 
 
Condividi la notizia

7 dicembre 2014
CGIA di Mestre | Come riporta con un comunicato della CGIA di Mestre, nonostante il prezzo del petrolio sia in continuo ribasso, dal 1° gennaio 2015, ci sarà un aumento delle accise dovute alla "clausola di salvaguardia".

 
 
Condividi la notizia

16 giugno 2014
TASSE E TRIBUTI | Il calcolo della Cgia di Mestre. Tasi e Imu, poi Irpef e Iva, ma la più cara sarà l'Ires

 
 
Condividi la notizia

4 ottobre 2014
Osservatorio sulla malattia dei dipendenti | Il record assoluto va alla Calabria, con 34,6 giorni in media di malattia l'anno (42,8 nel privato); i piu' sani, invece, sono nel Nordest, con una media poco sopra i 15 giorni l'anno.

 
 
Condividi la notizia

1 dicembre 2014
CGIA di Mestre | Lo studio sul carico fiscale medio annuo per le famiglie italiane ed il suo trend negli ultimi 20 anni. La Tassazione locale, dalla metà degli anni ’90 ad oggi, aumentata del 190%.

 
 
Condividi la notizia

28 giugno 2014
RIVOLUZIONE PAGAMENTI | Dopo il rinvio di dicembre entra in vigore l'obbligo di dotarsi di Pos per carte e bancomat. I pro e i contro nell'analisi della Cgia di Mestre.

 
 
Condividi la notizia

18 agosto 2014
Imposte e tasse | Secondo la Cgia di Mestre le imprese italiane versano al fisco 110 miliardi l'anno. Solo i tedeschi pagano di piu'.

 
 
Condividi la notizia

10 maggio 2014
Fisco e famiglia | La Cgia di Mestre ha proposto di applicare il "metodo francese" che prevede l'applicazione dell'imposta sul reddito in base al nucleo familiare

 
 
Condividi la notizia

14 agosto 2014
Effetti della crisi sulle famiglie | Secondo la Cgia di Mestre le famiglie sono indebitate per un importo medio di 19.251 euro, ma con la crisi hanno privilegiato il risparmio

 
 
Condividi la notizia

13 luglio 2014
Burocrazia | La Cgia di Mestre ha calcolato che il peso della burocrazia costa alle piccole medie imprese 30 giorni di lavoro in piu' all'anno : in pratica, in 30 anni sono due anni e mezzo passati in fila agli sportelli degli uffici pubblici

 
 
Condividi la notizia

10 aprile 2015
Giustizia amministrativa | Il mancato rispetto degli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse definitivamente accertato impedisce la partecipazione alla procedura d'appalto.

 
 
Condividi la notizia

6 settembre 2014
Mercato del Lavoro | L'Ufficio Studi della Cgia di Mestre ha analizzato i dati dell'indagine di Unioncamere-Ministero del Lavoro, in particolare sui c.d. "lavori introvabili".

 
 
Condividi la notizia

8 maggio 2015
MEF | Dettagliata calendarizzazione degli adempimenti. Obiettivo evitare aumenti delle tasse e rilanciare investimenti. Le istruzioni della Ragioneria Generale dello Stato.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.