Condividi la notizia

MILANO

Canoni raddoppiati per la Galleria Vittorio Emanuele II: l'ok del Consiglio di Stato

È legittimo il raddoppio dei canoni di affitto per chi subentra nelle concessioni dei locali della location più ambita per lo shopping cittadino.

Il Comune di Milano di certo ne gioverà, considerando che i canoni gonfiati finiscono proprio nelle sue casse.

Lo ha stabilito la 5° sezione del Consiglio di Stato con la sentenza n. 5480/2014 del 7 novembre, che ha definitivamente ritenuto legittima la delibera del 2012 approvata dal Comune di Milano con cui l'amministrazione aveva riscritto le linee guida per le cessioni dei contratti d'affitto in corso nella Galleria Vittorio Emanuele II, prevedendo il raddoppio dei canoni per chi subentra nei locali commerciali ed un preventivo giudizio di compatibilità rispetto ai nuovi brand che vogliono inserirsi nella Galleria.

Tutto ha un prezzo aveva detto Palazzo Marino nel 2012, dopo aver deciso di concedere i subentri con l’obiettivo di massimizzare i profitti, rivedendo le proprie scelte del 2007 che avevano categoricamente negato tale possibilità.

Dopo il ricorso della Viganò Alta Moda s.r.l., in primo grado il Tar Lombardia aveva bocciato le scelte del Comune che consentivano di fatto il subentro in corso di diverse griffe ai precedenti locatari prima della scadenza del contratto, e, quindi, senza una gara per la riassegnazione degli spazi.

Il Tar aveva ritenuto che la disciplina “da un lato svilisce per esigenze di cassa l’interesse della tutela della concorrenza e dall’altro fissa arbitrariamente un corrispettivo di concessione del tutto svincolato da analisi di mercato e dal risultato economico” che l’amministrazione potrebbe conseguire attraverso l’attivazione di una procedura a bando pubblico.

Oggi i giudici amministrativi chiariscono che la delibera della giunta del 2012 “prevede un meccanismo che ha tenuto conto non solo delle realtà del mercato e delle esigenze delle imprese, ma anche degli interessi pubblici, e in particolare dell’esigenza dell’amministrazione di ottenere anch’essa un vantaggio economico, in conseguenza dell’affare concluso dalle parti private”. Le nuove regole peraltro “non hanno né soppresso né limitato l’obbligo di indire periodicamente la gara per la scelta del concessionario”.

Costituisce una regola di buona amministrazione, imposta dall’art. 97 della Costituzione, quella che induce l’Amministrazione pubblica a valorizzare i propri beni e a ricavare dai suoi utilizzatori il massimo importo percepibile, sulla base di procedimenti precostituiti e trasparenti”.

Ricordano tuttavia i giudici, con riferimento all’accordo tra le griffe ed al subentro in corso di concessione: “tale accordo può dunque avere effetti solo per il “periodo residuo”, ferma restando la data di scadenza della concessione originaria, avente la durata di dodici anni”.

Spetterà ora alle firme più prestigiose decidere se pagare un canone maggiore o accontentarsi, rispetto alla magnifica Galleria di Milano, di vendere in un luogo meno fastoso e rinomato. 

Luca Tosto

(10 novembre 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

9 febbraio 2015
Appalti | Euro 343.455,51 di risarcimento del danno da mancata aggiudicazione e danno curriculare nella sentenza del Consiglio di Stato del 9 febbraio 2015.

 
 
Condividi la notizia

8 maggio 2014
Emirates | Il Consiglio di Stato sospende la sentenza del TAR, ma adesso si vola anche verso l'incognita della decisone finale.

 
 
Condividi la notizia

28 aprile 2015
Agcom | I principi sanciti nella sentenza del Consiglio di Stato del 27.4.2015, n. 2156.

 
 
Condividi la notizia

28 aprile 2015
Giustizia amministrativa | La differente giurisdizione in caso di locazione e di concessione. La sentenza del Consiglio di Stato del 27.4.2015.

 
 
Condividi la notizia

7 maggio 2016
Riforma | I punti principali evidenziati dal Consiglio di Stato, Commissione Speciale, nel parere del 3 maggio 2016 n. 1075.

 
 
Condividi la notizia

26 aprile 2015
Concorsi | La sentenza della Terza Sezione del Consiglio di Stato del 24.4.2015.

 
 
Condividi la notizia

20 aprile 2015
Pubblica amministrazione | Il giudizio di ottemperanza nei principi sanciti nella sentenza della Quinta Sezione del Consiglio di Stato del 20 aprile 2015, n. 2002.

 
 
Condividi la notizia

23 luglio 2014
Antitrust | Per farsi pubblicità sponsorizzava un SUV ancora fuori commercio. Il Consiglio di Stato conferma sanzione dell’Antritrust per pratica commerciale scorretta.

 
 
Condividi la notizia

5 dicembre 2015
Giustizia amministrativa | L'iter procedimentale bifasico per il compenso revisionale nei contratti ad esecuzione periodica o continuativa relativi a servizi o forniture.

 
 
Condividi la notizia

27 aprile 2016
Giustizia Amministrativa | È partito il nuovo canale di comunicazione dei Giudici di Palazzo Spada. On line su YouTube la conferenza stampa.

 
 
Condividi la notizia

11 agosto 2015
Giustizia amministrativa | Solo la tutela della salute, dell'ambiente e dei beni culturali può limitare la libera apertura di strutture commerciali.

 
 
Condividi la notizia

7 aprile 2014
Pedaggi autostradali | Il pedaggio non e' un'imposizione fiscale e deve essere assicurata la corrispondenza tra pagamento e fruizione

 
 
Condividi la notizia

18 maggio 2015
Esercizi pubblici | Le finalità  preventive prevalgono sul diritto del titolare. La sentenza del Consiglio di Stato del 18.5.2015.

 
 
Condividi la notizia

5 agosto 2014
Attività di estetista | Per lettini abbronzanti e lampade UVA, anche se direttamente ed autonomamente utilizzati da soci di circoli privati, e' necessaria l'autorizzazione comunale.

 
 
Condividi la notizia

23 settembre 2014
Accesso agli atti | Il diritto di cronaca si piega davanti all'interesse ad accedere agli atti.

 
 

Ascolta "La Pulce e il Prof"

 
Il diritto divulgato nella maniera più semplice possibile
 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.