Condividi la notizia

Gruppi di acquisto solidale

La crisi economica aguzza l'ingegno

Se le risorse diminuiscono si e' costretti a sfruttarle nella maniera migliore possibile, organizzandosi in gruppi per comprare al prezzo migliore.

Se senti dire che il gas è aumentato del 400% dal 2008 rischi l’infarto; ma  i “g.a.s.”, in questo caso, non hanno niente a che vedere con l’aumento delle spese per la fornitura di energia. Si tratta, infatti, dei “gruppi di acquisto solidali” (g.a.s.), arrivati in Italia nel 1994 e in via di espansione anche nel nostro Paese.

Adnkronos ci segnala la ricerca di Coldiretti, dalla quale emerge che questi gruppi di acquisto organizzati sono ormai più di 2.000 e sono sparsi su tutto il territorio nazionale, con una maggiore concentrazione in Lombardia, Toscana, Piemonte, Veneto ed Emilia-Romagna, in sostanza in quasi tutte le regioni del Nord del Paese.

In pratica, proprio in corrispondenza con il calo dei consumi provocato dalla crisi economica -“madre” della recessione e della deflazione che attanagliano l’Italia-, sono aumentati a livello esponenziale (del 400% dal 2008) i gruppi di acquisto formati da condomini, colleghi di lavoro, parenti, amici o altro, che decidono di fare acquisti insieme al fine di strappare condizioni più vantaggiose.

Secondo Coldiretti/Censis il fenomeno ha ormai contagiato il 18,6% degli italiani, per un totale di 2,7 milioni di persone, che fanno acquisti regolarmente ricorrendo a questo sistema. Nel Paese si possono trovare situazioni molto diverse. Si passa da vere e proprie strutture organizzate, a migliaia di iniziative spontanee che finiscono subito dopo “l’acquisto”; che nascono e muoiono nei posti più disparati, ma che hanno in comune l’obiettivo di comprare la merce al prezzo migliore.

Infatti, l’idea guida è quella di garantirsi un volume di acquisto sufficiente per ottimizzare i costi di trasporto ed ottenere condizioni più vantaggiose. Coldiretti riferisce che un grande numero di “g.a.s.” nasce con l’idea di rifornirsi direttamente nei mercati, nelle botteghe o nei punti vendita degli agricoltori, con il fine di portarsi a casa prodotti genuini al prezzo più basso possibile.

Ognuno si organizza come crede, per selezionare i prodotti, stabilire il modo più pratico per la consegna e trattare il prezzo, con grande attenzione alla “stagionalità”, al prodotto biologico, alla riduzione degli imballaggi, alla vicinanza territoriale (acquisti a chilometri zero). C’è anche chi non dimentica il sostegno alle cooperative sociali.

Le modalità di acquisto danno spazio alla più sfrenata (italica) fantasia. Per cui si può passare dalla consegna a domicilio, alla prenotazione via internet, fino -riferisce sempre adnkronos-  ad una vera e propria “adozione” di un intero gruppo di animali o di piante da frutto. Coldiretti informa che la modalità più diffusa di consegna è la distribuzione di cassette di ortofrutta a cadenza settimanale o quindicinale, oltre alla vendita di pacchi di carne.

Per quanto riguarda le regole di funzionamento dei “g.a.s.”, ognuno si organizza come crede; tuttavia, di solito, i vari componenti compilano una specie di lista, che va a formare “l’ordine di gruppo”,  che viene poi trasmesso al produttore. Nella maggior parte dei casi la consegna viene effettuata ad un solo componente del “g.a.s.”, che poi provvede a smistare la merce e a raccogliere le quote per il pagamento.

Coldiretti, infine, segnala che, spesso, i “gruppi di acquisto solidale” si organizzano per andare a verificare in loco, conoscere direttamente i produttori ed avere tutte le necessarie informazioni sui prodotti e sulle tecniche di allevamento e produzione.

Insomma, é proprio vero che “la crisi aguzza l’ingegno”.

 

 

 

Moreno Morando

(12 ottobre 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

29 agosto 2014
Crisi economica | L'Istituto di Statistica ha certificato una diminuzione del livello generale dei prezzi, che fa seguito all'entrata in "recessione tecnica"

 
 
Condividi la notizia

8 maggio 2019
Sostegno alle imprese | L'accordo prevede la realizzazione di un piano di sviluppo per l'inserimento di nuove aziende e dei loro prodotti nella vetrina di Amazon dedicata al Made in Italy.

 
 
Condividi la notizia

6 luglio 2014
Settore alimentare | Negli ultimi anni le Multinazionali straniere hanno acquistato molte delle piu' note aziende italiane di prodotti alimentari

 
 
Condividi la notizia

6 agosto 2014
Istat | I dati forniti oggi dall'Istat fotografano una diminuzione del valore aggiunto in tutti e tre i grandi comparti di attivita' economica.

 
 
Condividi la notizia

10 maggio 2014
Ministero della Salute | Via il segreto su Aziende che usano ingredienti stranieri. Istituita Commissione ad hoc per rendere disponibili le informazioni relative alla provenienza dei prodotti agro-alimentari.

 
 
Condividi la notizia

12 luglio 2014
Industria e Moda | L'elenco dei marchi italiani famosi nel mondo - nel settore della moda, alimentare e dell'industria - acquisiti dalle multinazionali straniere sembra ormai non avere piu' fine.

 
 
Condividi la notizia

23 luglio 2015
ECCELLENZE IN DIGITALE | 50 imprese lucane, operanti nell'agroalimentare con produzioni biologiche, nel turismo e nei settori collegati, usufruiranno di vari servizi gratuiti.

 
 
Condividi la notizia

23 settembre 2014
Crisi aziendali | Lo studio sulle saracinesche chiuse per fallimenti aziendali. Default aziendali +14% nel mezzogiorno e isole. Centro e al nord-est incrementi rispettivamente del 10,4 e 10,7%.

 
 
Condividi la notizia

22 settembre 2017
Piccole e medie imprese | Beneficio esteso anche alle PMI sotto forma di società di persone, presentazione domande on line a partire dal 21 novembre 2017.

 
 
Condividi la notizia

9 giugno 2014
CONTRAFFAZIONE ALIMENTARE | Il rapporto di Legambiente e Movimento Difesa del Cittadino: l'Italia perde in Europa 26 miliardi di euro.

 
 
Condividi la notizia

26 novembre 2015
Gazzetta Ufficiale | Contiene, tra l'altro, disposizioni riguardanti il Giubileo, le aree dell'EXPO, le bonifiche ambientali, la tutela del Made in Italy.

 
 
Condividi la notizia

11 agosto 2014
Lotta alla contraffazione | Il Ministro dell'Interno vuole combattere l'abusivismo commerciale ed ha sottolineato che "gli italiani sono infastiditi dai vu cumpra', il made in Italy e' violentato e deturpato ...."

 
 
Condividi la notizia

6 aprile 2019
Economia | Sgravi ed incentivi fiscali, norme per la tutela del Made in Italy ed il rilancio degli investimenti privati, queste ed altre le misure.

 
 
Condividi la notizia

22 settembre 2014
Tutela del Consumatore | Il bilancio del Ministero delle Politiche agricole in materia di sicurezza e lotta alla contraffazione. Pubblicato anche l'elenco dei marchi a tutela DOP e IGP: sono 115 i prodotti made in Italy protetti

 
 
Condividi la notizia

2 dicembre 2014
Ministero dell'Economia e delle Finanze | Rimodulato il bonus bebè, incrementato il finanziamento degli ammortizzatori sociali, promozione Made in Italy, contributi agli Enti Locali per l'attivazione di mutui. La dichiarazione del Ministro Padoan

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.