Condividi la notizia

Danno da ritardo

Lungaggini della P.A., il cittadino che prova la colpa ottiene il risarcimento

Il ritardo nell'emanazione di un provvedimento non genera automaticamente il diritto al ristoro dei danni. La sentenza del Consiglio di Stato del 7.4.2015.

Il risarcimento del “danno da ritardo” nell’emissione di un provvedimento amministrativo è necessariamente collegato alla colpa dell’Ente pubblico, che deve essere rigorosamente provata, oltre che allegata.

Se la parte privata, infatti, insiste nel collegare la colpa della P.A. alla sola violazione del termine a provvedere, senza allegare profili ulteriori, non v’è spazio per accogliere la sua domanda risarcitoria. E’ quanto ha sentenziato il Consiglio di Stato nella decisione del 7 aprile 2015 n. 1770, con la quale è stata definita la controversia tra un cittadino ed un Comune pugliese, colpevole, secondo il primo, di aver eccessivamente ritardato il rilascio di un titolo edilizio.

La fattispecie che ha dato luogo alla decisione va, però, spiegata per poter capire le ragioni che hanno condotto all’esonero di responsabilità in capo all' Ente locale.

Un cittadino aveva richiesto il permesso a costruire un corpo scala del proprio appartamento, che era crollato durante i lavori di ristrutturazione dello stabile principale. Il Comune aveva, dapprima, opposto un diniego e poi aveva rilasciato il titolo.

Contestato davanti al TAR il ritardo nel rilascio, il privato aveva ottenuto il ristoro del danno subìto per effetto del ritardo lamentato.

L’Amministrazione ha appellato la statuizione di primo grado sostenendo che il primo progetto presentato per la ricostruzione del corpo scala era in contrasto con le norme tecniche di attuazione vigenti (che sarebbero state rispettate solo con una seconda progettazione) ed ha poi dedotto un’errata progettazione iniziale dello stesso edificio principale, imputabile esclusivamente al professionista al quale il cittadino si era rivolto.

Quindi, a fronte di una mera doglianza avanzata dal proprietario dell’immobile circa il ritardo subìto, il Comune dal canto suo ha evidenziato circostanze impeditive, o quanto meno scusanti, integrate dalla falsa rappresentazione progettuale, cui è seguito un crollo del vano scale (ossia, proprio di quell’elemento falsamente rappresentato nel primo progetto), definitivamente accertata in sede penale. Circostanze che, al di là del difetto logico motivazionale che ha caratterizzato il primo provvedimento di diniego, sono valse per il Supremo Consesso ad escludere un comportamento doloso o colposo dell’Amministrazione.

Rodolfo Murra

(7 aprile 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

2 aprile 2016
Giustizia amministrativa | Il commento alla sentenza della Quinta Sezione del Consiglio di Stato del del 25 marzo 2016 n. 1239.

 
 
Condividi la notizia

25 marzo 2018
Silenzio-inadempimento | Il TAR del Lazio affronta il tema del danno da ritardo.

 
 
Condividi la notizia

9 agosto 2015
Consiglio di Stato | L'applicazione dell'art. 2043 Cod. civ. e la ricerca della relazione di causalità tra la condotta dell'amministrazione ed il danno ingiusto.

 
 
Condividi la notizia

2 maggio 2014
Interferenze tra emittenti | Condannato il Ministero dello Sviluppo Economico per danno da ritardo.

 
 
Condividi la notizia

9 febbraio 2015
Appalti | Euro 343.455,51 di risarcimento del danno da mancata aggiudicazione e danno curriculare nella sentenza del Consiglio di Stato del 9 febbraio 2015.

 
 
Condividi la notizia

18 marzo 2018
Antimafia | I principi sanciti nella sentenza del Consiglio di Stato.

 
 
Condividi la notizia

28 aprile 2015
Agcom | I principi sanciti nella sentenza del Consiglio di Stato del 27.4.2015, n. 2156.

 
 
Condividi la notizia

7 maggio 2016
Riforma | I punti principali evidenziati dal Consiglio di Stato, Commissione Speciale, nel parere del 3 maggio 2016 n. 1075.

 
 
Condividi la notizia

26 aprile 2015
Concorsi | La sentenza della Terza Sezione del Consiglio di Stato del 24.4.2015.

 
 
Condividi la notizia

25 maggio 2014
Consiglio di Stato | L'inosservanza del termine per concludere il procedimento amministrativo può comportare la condanna dell'Amministrazione inadempiente al risarcimento del danno o all'indennizzo da ritardo.

 
 
Condividi la notizia

20 aprile 2015
Pubblica amministrazione | Il giudizio di ottemperanza nei principi sanciti nella sentenza della Quinta Sezione del Consiglio di Stato del 20 aprile 2015, n. 2002.

 
 
Condividi la notizia

26 novembre 2017
Responsabilità | Il risarcimento per il rilascio dell'autorizzazione illegittima e l'omessa adozione di provvedimenti repressivi nella sentenza del Consiglio di Stato del 24 novembre 2017.

 
 
Condividi la notizia

19 aprile 2016
Giustizia amministrativa | L'ultimazione dell'opera pubblica non impedisce la restituzione del bene espropriato illegittimamente

 
 
Condividi la notizia

7 aprile 2014
Pedaggi autostradali | Il pedaggio non e' un'imposizione fiscale e deve essere assicurata la corrispondenza tra pagamento e fruizione

 
 
Condividi la notizia

5 agosto 2014
Attività di estetista | Per lettini abbronzanti e lampade UVA, anche se direttamente ed autonomamente utilizzati da soci di circoli privati, e' necessaria l'autorizzazione comunale.

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.