Condividi la notizia

Giustizia amministrativa

Noleggio con conducente: No del Consiglio di Stato alle rendite di posizione

Non è possibile contingentare il numero delle autorizzazioni. I principi sanciti nella sentenza n. 4597/2015.

Un’azienda specializzata nel settore del noleggio di autobus con conducente ha chiesto al Consiglio di Stato, in sede di giudizio di ottemperanza, la declaratoria di nullità o, in subordine, l’annullamento dell’atto del Comune, con cui le è stata rilasciata l’autorizzazione ex art. 5 L. 218/2003 per lo svolgimento professionale dell’attività di noleggio di autobus con conducente ai fini dell’immatricolazione di 6 autobus da adibire a tale attività, con esclusione però dell’esercizio di tale attività nell’ambito del territorio comunale, fino all’esito della “procedura selettiva in corso di espletamento, che consentirà ai primi cinque classificati nella relativa graduatoria l’esercizio dell’attività nell’ambito del territorio comunale”.

La ricorrente ha rammentato che con sentenza n. 5476 del 2014, resa inter partes, il Supremo Consesso aveva affermato che in materia di svolgimento professionale dell’attività di noleggio di autobus con conducente la disciplina comunitaria, che si applica direttamente all’interno dell’ordinamento nazionale, senza necessità di atti di recepimento, ha del tutto escluso che possa esserci un contingentamento delle autorizzazioni e che vi è l’esigenza di contemperare la concorrenza e l’effettiva apertura del mercato con quegli altri interessi generali, che pongono in luce la necessità di non trascurare:

1) la tutela dei viaggiatori trasportati;

2) la tutela delle condizioni di lavoro;

3) la tutela ambientale;

4) la tutela della sicurezza stradale, alla luce della particolare morfologia del territorio (nella specie, dell’isola di Capri).

La medesima sentenza ha aggiunto che "la questione a ben vedere non risiede tanto nella possibilità dell’Amministrazione comunale di denegare l’autorizzazione, poiché in costanza dei requisiti fissati dal legislatore europea ed eventualmente dal legislatore nazionale nei limiti in cui è legittimato a tanto dal Reg. 2009/1071, una simile possibilità non si ravvisa in capo all’Amministrazione comunale, quanto in quella di modulare l’esercizio dell’attività nell’ambito territoriale di competenza, al fine di non sacrificare la tutela degli interessi sopra enumerati”.

Con sentenza n. 4597 dell’1 ottobre 2015, quindi, la Quinta Sezione del Consiglio di Stato, nell’accogliere il ricorso per ottemperanza e nel dichiarare nulli gli atti gravati, ha precisato che un tale risultato, quindi, può essere raggiunto non tramite una gara che individui i soli soggetti legittimati a svolgere l’attività in parola nell’ambito del territorio comunale, ma attraverso una regolamentazione dei turni giornalieri dei veicoli autorizzati, che salvaguardi: 

a) la tutela dei viaggiatori trasportati; 

b) la tutela delle condizioni di lavoro; 

c) la tutela ambientale; 

d) la tutela della sicurezza stradale, secondo un calendario che consenta un’adeguata programmazione dell’attività d’impresa. 

Il Supremo Consesso ha specificato come l’Amministrazione non possa favorire rendite di posizione, tanto meno avvantaggiando soggetti che siano stati destinatari di provvedimenti annullati.

In definitiva, l’Amministrazione avrebbe dovuto regolamentare l’attività di tutti gli operatori in possesso dei requisiti per accedere al mercato in questione.

Tutti i provvedimenti adottati dal Comune impugnati ed annullati poggiano, invece, sull’erroneo presupposto che sia possibile contingentare il numero delle autorizzazioni per l’esercizio dell’attività di noleggio di autobus con conducente.

Rodolfo Murra

(13 ottobre 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

18 maggio 2014
CAOS A MILANO | Domenica d'inferno: garantite le corse solo per disabili, anziani e donne in dolce attesa. Mercoledì l'incontro con il ministro Lupi

 
 
Condividi la notizia

26 aprile 2015
No a rimesse ballerine | Il Tar del Lazio si pronuncia sulla necessità di preservare la dimensione locale del servizio.

 
 
Condividi la notizia

9 febbraio 2015
Appalti | Euro 343.455,51 di risarcimento del danno da mancata aggiudicazione e danno curriculare nella sentenza del Consiglio di Stato del 9 febbraio 2015.

 
 
Condividi la notizia

28 aprile 2015
Agcom | I principi sanciti nella sentenza del Consiglio di Stato del 27.4.2015, n. 2156.

 
 
Condividi la notizia

26 aprile 2015
Concorsi | La sentenza della Terza Sezione del Consiglio di Stato del 24.4.2015.

 
 
Condividi la notizia

20 aprile 2015
Pubblica amministrazione | Il giudizio di ottemperanza nei principi sanciti nella sentenza della Quinta Sezione del Consiglio di Stato del 20 aprile 2015, n. 2002.

 
 
Condividi la notizia

11 giugno 2018
Porto d'armi | Il Consiglio di Stato ribalta una sentenza del TAR Campania.

 
 
Condividi la notizia

22 maggio 2015
Giustizia amministrativa | I principi sanciti dal Consiglio di Stato, Sezione Quinta, nella sentenza del 22.5.2015 n. 2580.

 
 
Condividi la notizia

3 giugno 2015
Giustizia amministrativa | L'interpretazione dell'art. 1 della Legge n. 196 del 2009 nella sentenza della Sesta Sezione del Consiglio di Stato.

 
 
Condividi la notizia

1 marzo 2016
Disabili | Annullato il DPCM n. 159/2013. I trattamenti assistenziali, previdenziali ed indennitari non vanno calcolati ai fini ISEE.

 
 
Condividi la notizia

22 gennaio 2017
Riforme | Il parere sul quesito posto dal Ministero per la semplificazione e la pubblica amministrazione.

 
 
Condividi la notizia

27 agosto 2015
Concorsi | Il possesso dei requisiti psico-fisici dei candidati a posti nel pubblico impiego nella sentenza del 26 agosto 2015 n. 4017.

 
 
Condividi la notizia

8 dicembre 2015
Tariffe di Sosta | Confermato l'annullamento dell'aumento delle tariffe‎ di Stallo in assenza delle altre misure previste per il miglioramento della viabilità.

 
 
Condividi la notizia

19 maggio 2015
Ricerca di idrocarburi | Giusto negare una v.i.a. se c'è il rischio per il cedimento di una diga. La sentenza del 18.5.2015.

 
 
Condividi la notizia

13 febbraio 2015
politica e socialnetwork | Gli atti d'indirizzo della politica debbono concretarsi nella dovuta forma tipica dell'attività della pubblica amministrazione. La sentenza del 12 febbraio 2015 sui "cinguettii" dei Ministri.

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.