Condividi la notizia

La giornata politica

Le riforme arrivano in aula al Senato, mentre nel centrodestra forse inizia il "dopo Berlusconi"

La Commissione Affari Costituzionali di Palazzo Madama sta completando i lavori, dopo aver apportato modifiche anche alla procedura di elezione del Capo dello Stato. Iniziativa comune nel centrodestra per la scelta del candidato Premier

Il Consiglio dei Ministri si riunisce oggi alle 10 a Palazzo Chigi. L’ordine del giorno, tra i vari argomenti, prevede anche la Delega al Governo per la Riforma del Terzo Settore e la Disciplina del Servizio Civile.

Per quello che riguarda le riforme, è proseguito oggi l’esame del ddl del Governo nella Commissione Affari Costituzionali del Senato. Le firme necessarie per i referendum sono state portate a 800.000. E’ stata modificata anche la procedura per l’elezione del Presidente della Repubblica (art. 83 Cost.), alzando il quorum necessario; in sostanza, serviranno i due terzi dei voti nelle prime quattro votazioni ed i tre quinti nelle successive quattro. Solo dalla nona sarà sufficiente la maggioranza assoluta dei componenti.

Sono stati eliminati i 58 delegati regionali, per evitare uno squilibrio nella platea dei grandi elettori (630 deputati, 100 senatori).

Da giovedì 10 pomeriggio comincerà l’esame dell’aula e si prevede che il voto finale potrebbe arrivare venerdì 18 luglio. Si tratta, naturalmente, solo dell’inizio di un lungo cammino che prevede una doppia lettura a distanza di tre mesi, sempre che il testo approvato non subisca modifiche.

Fonti vicino al Premier ritengono che quando, il 16 luglio, Renzi si recherà a Bruxelles per il vertice straordinario della UE, potrebbe mettere sul tavolo, con ogni probabilità, i primi risultati ottenuti in Senato, con i voti sulla riforma del bicameralismo perfetto, la modifica del Senato in una camera “non elettiva” e la modifica del Titolo V, oltre agli altri cambiamenti apportati dalla Commissione.

L’ottimismo dell’entourage del Presidente del Consiglio, in verità, si scontra con le dichiarazioni che gli esponenti dell’Unione più vicini alla Germania continuano a rilasciare, come quelle del Commissario Kallas, che ad ogni piè sospinto sottolinea che “la flessibilità non può essere la scappatoia per aumentare il debito”. Ed anche il candidato alla Presidenza della Commissione Juncker, formalmente più diplomatico, in realtà subito dopo precisa di essere da sempre “contrario all’aumento del deficit e del debito”.

In sostanza, i c.d. “falchi” all’interno della UE, non sembrano dare molta importanza alle riforme “annunciate” da Renzi, anche perché qualcuno sottolinea che non si vede quale rapporto diretto ci possa essere tra la riforma del bicameralismo ed il rispetto delle regole di bilancio.

Da ultimo, la giornata politica segnala l’iniziativa promossa dal partito “Fratelli d’Italia”, che ha convinto vari esponenti di Forza Italia, Lega Nord e Nuovo Centrodestra a sottoscrivere una mozione comune per  la scelta del candidato Premier del centrodestra. Secondo i promotori si tratterebbe di “vere e proprie prove tecniche per il dopo Berlusconi”.

E’ possibile che sia così, anche se la presenza tra i firmatari del consigliere giuridico del leader di Forza Italia, Giovanni Toti, lascia qualche dubbio in merito, tenuto presente che solo qualche settimana fa Berlusconi si era dichiarato contrario alle primarie. Tutto questo, in ogni caso, non fa che confermare le voci di possibili elezioni anticipate nel 2015.

Moreno Morando

(9 luglio 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

25 giugno 2014
Riforme | Si e' svolto l'atteso incontro fra le due delegazioni per discutere di legge elettorale. PD e M5S si rivedranno per discutere di riforme costituzionali

 
 
Condividi la notizia

3 luglio 2014
Riforme | Questa mattina si sono incontrate a Palazzo Chigi le delegazioni di PD, presente il Premier, e quella di Forza Italia guidata da Silvio Berlusconi

 
 
Condividi la notizia

18 luglio 2014
Riforme | Nel secondo confronto fra le delegazioni del PD, presente Matteo Renzi, e del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio ha sottoposto ai democratici una nuova ed articolata proposta.

 
 
Condividi la notizia

1 agosto 2014
Riforme | Dopo l'approvazione dell'art. 2 del "ddl riforme" il contestatissimo Presidente del Senato ha dichiarato decaduti altri 1.300 emendamenti.

 
 
Condividi la notizia

6 agosto 2014
Palazzo Chigi | Nel loro terzo incontro il Premier ed il leader di Forza Italia si sono concentrati sulla legge elettorale.

 
 
Condividi la notizia

15 luglio 2014
Riforme | I Dem scrivono al Movimento 5 Stelle: siamo disponibili al confronto sulle riforme e sulla legge elettorale. Attesa a breve la risposta del Movimento guidato da Beppe Grillo.

 
 
Condividi la notizia

5 agosto 2014
Riforme | Il Patto del Nazareno ha consentito all'ex Premier di giocare da protagonista la partita delle riforme. Ora tocca alla legge elettorale.

 
 
Condividi la notizia

7 luglio 2014
Scintille fra Grillo e Renzi | In una giornata convulsa, cominciata con il rifiuto del PD di incontrarsi con il M5S e proseguita con una serie di pesanti accuse reciproche, alla fine i grillini hanno fornito la risposta scritta alle richieste avanzate dai democratici

 
 
Condividi la notizia

12 giugno 2014
Riforme | A Pechino in visita ufficiale il presidente del consiglio ha confermato che i veti non fermeranno il cammino dei progetti sulla legge elettorale e sul Senato. Polemiche per la sostituzione di due membri della Commissione Affari Costituzionali. Tredici senatori si autosospendono dal PD

 
 
Condividi la notizia

23 luglio 2014
Riforme | Nel corso della giornata il Presidente della Repubblica ha continuato a prestare la sua opera a sostegno delle riforme caldeggiate da Matteo Renzi, ricevendo al Quirinale Grasso e Vendola.

 
 
Condividi la notizia

8 agosto 2014
Riforme | L'Aula ha approvato con 183 voti a favore; M5S, Lega e Sel sono usciti dall'Aula. I dissidenti del PD non hanno partecipato al voto

 
 
Condividi la notizia

4 giugno 2014
Si studia il modello francese | Critiche da FI e Lega. Malumori anche nel Pd.

 
 
Condividi la notizia

30 luglio 2014
Riforme | Sel, M5S e Lega si rifiutano di ritirare gli emendamenti, e' quindi scattato "il canguro" dopo due riunioni senza esito dei capigruppo.

 
 
Condividi la notizia

2 luglio 2014
Riforme | Confermato per giovedi' tre luglio il secondo incontro tra le delegazioni del Partito Democratico, presente il Premier, e quella del Movimento 5 Stelle. Si parlera' di legge elettorale e, probabilmente, anche di riforme costituzionali

 
 
Condividi la notizia

18 luglio 2014
Riforme | Dopo l'apertura di giovedi' il comunicato della delegazione pentastellata sul Blog di Grillo ha scatenato la reazione dei democratici.

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.