Condividi la notizia

Corte dei Conti

Commissione di gara, danno erariale per compensi ai componenti in violazione del principio di onnicomprensivita' 

Il trattamento retributivo previsto per il dipendente pubblico è l'unica forma di corrispettivo per la prestazione da questi resa a favore dell'ente di appartenenza.

La Corte dei conti – sezione giurisdizionale della Puglia – è stata chiamata a giudicare della posizione di due dipendenti di un Comune foggiano, relativamente ad una fattispecie molto particolare.

Dovendo appaltare il servizio per la raccolta ed il trasporto dei rifiuti urbani, l’Ente locale decideva di bandire una procedura ad evidenza pubblica. Il responsabile del procedimento adottava quindi una determinazione nella quale nominava la Commissione giudicatrice, specificando che il compenso da riconoscere ai relativi membri (tre, tutti dipendenti comunali), per lo svolgimento dell’attività di scrutinio, dovesse gravare sull’aggiudicatario ed essere calcolato prendendo a parametro le tariffe vigenti per i dottori commercialisti.

La prima anomalia della vicenda è quindi costituita dalla circostanza che per i tre componenti la Commissione fosse previsto uno specifico compenso, ancorché questi risultassero essere dipendenti in servizio di ruolo della stazione appaltante.

La seconda anomalia, invece, risiede nell’aver previsto che il compenso in questione gravasse (teoricamente) sull’aggiudicatario, il quale lo avrebbe corrisposto mediante compensazione in occasione del primo pagamento da effettuarsi in favore del contraente (e così è stato, posto che il Comune ha operato la trattenuta sul corrispettivo erogato all’appaltatore).

Si sono, peraltro, registrate altre anomalie. Infatti, il presidente della Commissione di gara è risultato essere lo stesso responsabile del procedimento, che ha deciso di autonominarsi, sebbene avesse egli stesso adottato la determina di individuazione dei componenti l’organismo. Un altro membro è risultato essere il responsabile del settore programmazione e bilancio, che su quella determinazione aveva apposto il visto di regolarità contabile. L’ultima anomalia di questa vicenda, non è tanto costituita dall’abnormità del compenso autoliquidatosi (pari, per i due dipendenti citati a giudizio dalla Procura della Corte, a quasi 150.000 Euro, di cui il 70% assorbiti dal solo Presidente-Rup), ma dal fatto che la Guardia di Finanza ha accertato che la maggior parte del lavoro, la Commissione lo ha svolto all’interno dell’orario di servizio.

Con sentenza n. 86 del 13 febbraio 2015, la Corte dei Conti Sezione giurisdizionale Regione Puglia ha condannato i due dipendenti riconoscendoli responsabili di danno erariale.

La decisione, al di là della condotta censurata, ha affrontato più approfonditamente il tema del divieto di riconoscere somme di denaro al personale dipendente di un Ente pubblico in ragione del principio della onnicomprensività, secondo il quale il trattamento economico deve remunerare tutte le funzioni ed i compiti attribuiti ed ogni altro incarico conferito d'ufficio o, comunque, conferito dall'Amministrazione o su sua designazione.

Tale principio, ad un tempo, ha inteso fissare una regola applicabile per tutti i dipendenti degli Enti locali (evitando le inevitabili disparità di trattamento che sarebbero derivate dall’applicazione delle regole previgenti, da esso rese irrilevanti) ed ha, altresì, inteso ridurre la spesa pubblica, evitando che  - ad esempio, mediante l’attribuzione di un incarico ad un dipendente, non strettamente rientrante nelle sue competenze, ovvero l’attribuzione “incrociata” a dipendenti di settori diversi – l’Ente locale dovesse corrispondere retribuzioni aggiuntive, per lo svolgimento delle proprie funzioni istituzionali.

La Corte ha altresì rilevato che i due dipendenti in narrativa all’epoca dei fatti ricoprivano il ruolo di “posizioni organizzative”, cioè funzioni per le quali l’ordinamento degli Enti locali contempla espressamente il divieto di riconoscere specifici compensi ulteriori a quelli tabellari: ed infatti, l'orientamento al raggiungimento di obiettivi specifici rende l'incarico di posizione organizzativa assimilabile a quello dirigenziale, in particolare modo - come nel caso del Comune foggiano - negli enti sprovvisti di dirigenti. Ne consegue che il trattamento economico attribuito ai responsabili di posizione organizzativa assorbe ogni altro compenso accessorio.

Né a dire che, nel caso di specie, non si potesse configurare un danno alle finanze locali. In primo luogo, il costo della Commissione giudicatrice, essendo stato trasferito sull’offerta formulata dalla ditta aggiudicataria – evidentemente influenzandola in senso incrementativo, avendo il bando di gara previstone la corresponsione – potrebbe aver anche alterato gli assetti di gara; e, in secondo luogo, anche a voler ritenere legittima quella previsione, la percezione della somme in questione, avendo integrato la violazione del predetto principio di onnicomprensività del trattamento retributivo dei dipendenti pubblici, ha di fatto privato lo stesso Ente del diritto di incamerare quelle somme nel proprio bilancio, che invece sono finite nelle tasche dei due dipendenti.

 

Rodolfo Murra

(15 marzo 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

13 ottobre 2014
Responsabilità erariale | L'esercizio dell'azione di danno erariale tra ipotesi e "notizie di danno”".

 
 
Condividi la notizia

5 luglio 2015
GIUSTIZIA CONTABILE | Impossibilità oggettiva di utilizzare il personale interno della P.A. e legittimità dell'istruttoria avviata sulla base di articoli di stampa nei principi sanciti nella sentenza n. 36/2015.

 
 
Condividi la notizia

18 luglio 2015
Giustizia contabile | Punita una società ed il suo 'dominus occulto' per il mancato versamento nelle casse comunali dei tributi riscossi. Condannati anche gli amministratori di diritto.

 
 
Condividi la notizia

5 settembre 2014
Danno all'immagine e all'erario | La Corte dei Conti ha affermano la responsabilità di un dipendente dell'Agenzia delle Entrate.

 
 
Condividi la notizia

21 dicembre 2014
Processo contabile | La Corte dei Conti con sentenza del 18 dicembre ha dichiarato inammissibile l'atto di citazione.

 
 
Condividi la notizia

2 luglio 2016
Legittimità e regolarità | Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Delibera delle Sezioni Riunite.

 
 
Condividi la notizia

4 giugno 2014
Economia | Presentato il rapporto 2014 della Corte dei Conti sulla finanza pubblica. Pesa la pressione fiscale sull'economia del Paese. Oltre 50 miliardi di euro all'anno il sommerso.

 
 
Condividi la notizia

3 novembre 2014
Danno erariale | Il caporal maggiore disertava e truffava l'Amministrazione. I certificati medici lo incastrano.

 
 
Condividi la notizia

11 agosto 2016
Riforma | Approvato dal Consiglio dei Ministri il decreto legislativo. Le novità in sintesi.

 
 
Condividi la notizia

5 giugno 2014
Danno erariale | La Corte dei conti chiarisce la vicenda.

 
 
Condividi la notizia

11 agosto 2015
Conflitto di interessi | Non sempre risparmiare sull'avvocato giova.

 
 
Condividi la notizia

30 aprile 2015
Danno erariale | Il principio del nè bis in idem. Una precedente "archiviazione" non impedisce una nuova citazione.

 
 
Condividi la notizia

10 marzo 2015
Danno erariale | In servizio all'ufficio denunce percepiva soldi per l’'emissione del permesso provvisorio di guida. I principi sanciti nella sentenza n. 22/2015.

 
 
Condividi la notizia

20 ottobre 2014
Corte dei Conti | Condannato un dirigente dell'Ufficio Notificazione Esecuzione e Protesti della Corte di appello di Catanzaro a restituire (per ora) 148.650,27 euro.

 
 
Condividi la notizia

26 luglio 2017
Corte dei conti | Gli elevatissimi requisiti di professionalità ed esperienza nella sentenza del giudice contabile.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.