Condividi la notizia

Seconda Guerra Fredda

La Russia risponde alle sanzioni mettendo al bando i prodotti agricoli dell'UE

In un crescendo le cui ragioni restano ancora più o meno oscure, la Russia risponde con un divieto di importazione dei prodotti alimentari alle sanzioni decise dal Consiglio Europeo, senza la consultazione del Parlamento.

 

La Russia ha deciso di rispondere alle crescenti sanzioni da parte dell'UE e degli Stati Uniti mettendo al bando i loro prodotti agricoli per almeno un anno. Mercoledì Vladimir Putin ha firmato il decreto che impone il bando su prodotti agricoli, beni alimentari e materie prime ad uso alimentare da parte delle nazioni che hanno sanzionato la Russia. La lista delle nazioni coinvolte sarà approvata dal governo nel corso della settimana.

C'è naturalmente preoccupazione da parte delle aziende del settore in Europa che si trovano al centro di un conflitto del tutto estraneo agli interessi economici delle imprese europee. La Finlandia ad esempio potrà perdere circa 400 milioni di euro di esportazioni. Allo stesso modo l'Associazione degli allevatori tedeschi, la Deutscher Bauernverband, è certa che questa misura provocherà un sensibile calo delle esportazioni di carne, latte e altri prodotti freschi.

Ma a quanto pare questa seconda guerra fredda, imposta unilateralmente dagli Stati Uniti a partire dal mese di febbraio, con la creazione dell'ennesima "rivoluzione" di piazza in Ucraina, e che si preannuncia forse più rischiosa della prima, non sembra impensierire i burocrati europei. L'ambasciatore UE a Mosca, Vygaudas Ušackas, ha infatti detto esplicitamente che "le sanzioni sono un argomento secondario". E che "ci sono domande molto più importanti e fondamentali cui la Russia deve rispondere". 

E se in Europa, c'è chi sospetta che le sanzioni possano provocare danni all'interno del mercato russo, occorre rammentare che alle aziende russe basteranno solo pochi giorni per effettuare un repentino cambiamento di fornitori, indirizzandosi verso Cina, Egitto, Africa, America Latina, India, etc. 

Resta dunque al centro del dibattito l'utilità o meno delle sanzioni, i loro scopi, le loro modalità di applicazione. In Europa le sanzioni contro la Russia non sono state neppure decise dopo una consultazione del Parlamento. Al contrario il Consiglio Europeo ha direttamente discusso il tema con il Presidente USA Barack Obama. 

Lo stesso Presidente USA che in una intervista rilasciata all'Economist ha affermato: "credo che il presidente Putin rappresenti una tendenza profonda in Russia, che e’ probabilmente dannosa per la Russia nel lungo termine, ma che nel breve termine puo’ essere politicamente popolare a livello nazionale e molto fastidiosa all’estero. E’ importante mantenere la prospettiva. La Russia non produce nulla. Gli immigrati non corrono a Mosca in cerca di opportunita’. L’aspettativa di vita dell’uomo russo e’ di circa 60 anni. La popolazione sta diminuendo. E cosi’ dobbiamo rispondere con determinazione alle sfide regionali che di fatto la Russia presenta."

Eppure la Russia è uno dei maggiori produttori mondiali di orzo e grano, oltre ad estrarre gli idrocarburi che alimentano i consumi energetici di mezza Europa. Ma in questa guerra di propaganda ogni affermazione è utile a poter smontare l'immagine dell'avversario. Restano tuttavia ancora in secondo piano le ragioni della rinnovata ostilità USA nei confronti della Russia. E a maggior ragione quelle di un'Europa che sacrifica i suoi interessi economici sull'altare di un'alleanza politica priva di garanzie. 

 

Francesco Colafemmina

(7 agosto 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

30 aprile 2014
Crisi Ucraina | Parole di fuoco dal Presidente russo Putin che risponde alle sanzioni di Stati Uniti ed Europa accusando Washington di aver organizzato la rivoluzione di piazza Maidan

 
 
Condividi la notizia

27 aprile 2014
Crisi in Ucraina | Cresce la tensione in Ucraina mentre gli USA annunciano nuove sanzioni contro Mosca

 
 
Condividi la notizia

19 settembre 2014
Emergenza mondiale | Nazioni Unite, ok a risoluzione ma non isolare i Paesi colpiti dal virus. Intanto gli Usa stanziano 750 milioni di dollari e Obama invia 3000 soldati in Africa.

 
 
Condividi la notizia

16 maggio 2014
Energia | Il presidente russo Putin scrive ai leader europei e avverte che se i fondi concessi all'Ucraina non verranno usati per ripianare i debiti con Gazprom si fermeranno le esportazioni di gas.

 
 
Condividi la notizia

15 agosto 2014
Conflitto russo-ucraino | La Russia smentisce questa versione, confermata invece dalla Nato. Come sempre, in queste circostanze, l'ONU e la UE brillano per la loro assenza

 
 
Condividi la notizia

4 giugno 2014
G7 | Duro messaggio degli USA alla Russia in merito alla guerra civile nel sud est dell'Ucraina. Ma è l'accordo doganale USA-UE il vero obiettivo di un G7 dominato da Obama.

 
 
Condividi la notizia

22 luglio 2014
Aereo malese abbattuto | Continuano le polemiche ed il reciproco scambio di accuse tra Kiev e Obama, da una parte; e separatisti filorussi e Putin, dall'altra.

 
 
Condividi la notizia

6 settembre 2015
Economia europea | Divulgati i dati di uno studio della U.E. riguardanti l'evasione, e relativo mancato gettito, nei paesi del vecchio continente.

 
 
Condividi la notizia

17 luglio 2014
TERRORISMO | Rimpallo di accuse tra Kiev, Mosca e l'auto proclamatasi Repubblica di Donetsk. Spazio aereo ucraino interdetto, crollo in borsa di tutte le compagnie aeree.

 
 
Condividi la notizia

16 giugno 2014
Crisi Ucraina | Attivato l'ultimatum russo all'Ucraina, dopo il mancato pagamento dei debiti accumulati con Gazprom. Vandalizzata l'ambasciata russa a Kiev. Si teme per le forniture di gas all'Europa.

 
 
Condividi la notizia

14 luglio 2014
Nomine Unione Europea | La Polonia e le tre Repubbliche Baltiche hanno posto il veto sulla nomina del nostro Ministro degli Esteri alla carica di Alto Rappresentante per la Politica Estera della UE. Federica Mogherini e' ritenuta "troppo vicino alla Russia di Vladimir Putin".

 
 
Condividi la notizia

9 novembre 2014
Berlino e le "due Germanie" | La Germania unita; Ucraina e Russia; disgelo tra Cina e Giappone; Obama tratta con i repubblicani; Mogherini per lo Stato Palestinese; in Spagna cresce il partito di sinistra "Podemos", la Catalogna va al voto per una consultazione sull'indipendenza.

 
 
Condividi la notizia

16 agosto 2014
Ucraina | In un video diffuso in rete da una agenzia informatica vicina al Cremlino e indirizzato ai giovani russi si raccontano le ragioni del conflitto in Ucraina e si indica una priorità: evitare ogni intervento russo sul suolo ucraino.

 
 
Condividi la notizia

15 agosto 2014
Striscia di Gaza | Mentre regge l'ulteriore tregua di 5 giorni e proseguono le trattative al Cairo, si inaspriscono i rapporti tra Obama e Netanyahu

 
 
Condividi la notizia

13 maggio 2014
Procedura d'infrazione UE | Replica del Ministero dell’Economia e delle Finanze alle dichiarazioni del Commissario UE Tajani

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.